Myntra coupons for new users

flipkart coupons codes for mobiles

foodpanda offers

globalnin

Home / Primo piano / Potenza, al “San Carlo” PDTA per pazienti con neoplasia polmonare

Potenza, al “San Carlo” PDTA per pazienti con neoplasia polmonare

Il “San Carlo” di Potenza ha recentemente ottenuto dall’Ente internazionale CSQA la certificazione di qualità ISO per il percorso diagnostico-terapeutico-assistenziale PDTA, dedicato al paziente con carcinoma polmonare.

Ad annunciarlo è il direttore generale Giuseppe Spera che spiega quanto segue.

“L’adozione di un certificato, in linea con i requisiti di qualità stabiliti dalle ISO 9001 e con le raccomandazioni e buone pratiche previste dalle linee guida nazionali e internazionali, assicura ai nostri pazienti una presa in carico tempestiva, un’offerta terapeutica efficiente, innovativa e aggiornata e un team multidisciplinare di specialisti altamente qualificati in ogni fase del percorso di cura. L’approccio multidisciplinare reale e strutturato sarà possibile anche grazie ad un sistema informatico a supporto del team di specialisti, capace di garantire la condivisione e la tracciabilità delle scelte diagnostico-terapeutiche per ciascun caso clinico esaminato, il monitoraggio del percorso paziente in termini di aderenza alle linee guida e alle regole prestabilite e la continuità assistenziale”.

Il direttore sanitario, Angela Bellettieri, informa che “il Dipartimento oncologico effettua annualmente circa 900 ricoveri, 7mila accessi in Day Hospital e 4mila visite ambulatoriali. Solo nell’ultimo anno ci siamo presi cura di oltre 200 pazienti con diagnosi di carcinoma polmonare, offrendo trattamenti all’avanguardia e innovativi grazie all’acquisizione di tecnologie di ultima generazione e agli studi di ricerca clinica attivi presso la nostra struttura ospedaliera. Infatti, i pazienti  meritano quell’eccellenza dimostrata proprio dall’attuale certificazione”.

“L’obiettivo è di offrire equità di accesso e standard omogenei nell’erogazione di servizi sanitari sempre più personalizzati. Il passaggio alla medicina personalizzata o medicina di precisione richiede l’adozione di trattamenti e terapie pensati su misura per il paziente non solo in base alle caratteristiche biologiche del tumore, ma anche considerando la variabilità individuale a livello di caratteristiche genetiche, di ambiente e di stili di vita con il fine ultimo di ottenere i migliori risultati possibili in termini di sopravvivenza e qualità di vita”.

È quanto spiegato dal dott. Domenico Bilancia, direttore del Dipartimento oncologico della struttura ospedaliera potentina e coordinatore del gruppo di progetto.

Redazione

DI Redazione

Avatar photo