Myntra coupons for new users

flipkart coupons codes for mobiles

foodpanda offers

globalnin

Home / Primo piano / Rionero in Vulture, all’Irccs Crob attivato il nuovo sistema “Ris Pacs”

Rionero in Vulture, all’Irccs Crob attivato il nuovo sistema “Ris Pacs”

All’Irccs Crob di Rionero in Vulture, nel potentino, è stato attivato il nuovo sistema informatico per l’acquisizione, gestione, distribuzione e archiviazione digitale delle immagini prodotte dai servizi di diagnostica per immagini e medicina nucleare.

Si tratta del “Ris Pacs” (Radiology Information System e Picture Archiving and Communication System), che fa parte di un progetto regionale che prevede l’aggiornamento tecnologico di tutte le realtà sanitarie lucane.

È la prima struttura sanitaria ad avviare il progetto regionale di aggiornamento tecnologico
delle aziende sanitarie.

Il sistema mette a disposizione dei professionisti sanitari nuove ed avanzate professionalità per garantire maggiori livelli di efficacia ed appropriatezza delle prestazioni erogate, ed assicura una maggiore condivisione dei dati fra tutti i professionisti del sistema sanitario regionale.

In particolare, il sistema dispone di un modulo 3D per l’elaborazione e l’analisi avanzata delle immagini mediche anche attraverso una tecnologia di tipo server-side rendering che assicura una qualità delle immagini ad altissima risoluzione.

“Il progetto è basato sulle più moderne tecnologie hardware e software esistenti sul mercato e in grado di garantire aggiornamenti in linea con le evoluzioni delle esigenze operative e funzionali degli operatori sanitari”.

È quanto spiegato dall’ing. Daniele Scapicchio, responsabile dei sistemi informativi dell’Irccs Crob che aggiunge “il sistema dispone, inoltre, di interfacce aperte e standard che consentono la piena integrazione con il sistema informativo aziendale e a breve anche con il fascicolo sanitario elettronico regionale”.

Tra le maggiori innovazioni è presente, tra l’altro, una suite completa di strumenti di collaborazione e di condivisione delle immagini che consente ai medici di accedere alle informazioni dei pazienti in qualsiasi momento e ovunque utilizzando una pluralità di dispositivi, tra cui quelli mobili.

Questo consentirà di potenziare i servizi di refertazione a distanza, teleconsulto e second opinion, con attività di consulenza in tempo reale o in differita tra i vari medici.

Infine, è capace di integrare tutte le fasi che riguardano il processo diagnostico dall’accettazione dell’esame alla refertazione, rendendo più rapida ed efficiente la gestione dei referti e delle immagini diagnostiche dei pazienti, aiutando le strutture sanitarie a semplificare il lavoro di tutte le figure professionali coinvolte ponendo al centro le esigenze del paziente di turno.

Redazione


DI Redazione