Myntra coupons for new users

flipkart coupons codes for mobiles

foodpanda offers

globalnin

Home / Primo piano / La mia Rassegna Stampa – (sabato 30 aprile 2022)

La mia Rassegna Stampa – (sabato 30 aprile 2022)

CRONACACONTROLLI E ARRESTI ESEGUITI DAI CARABINIERI A ROMA E PROVINCIA – La scorsa serata e fino a notte inoltrata, i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno eseguito una serie di controlli nelle zone del centro storico e nelle periferie, volti a contrastare ogni forma di degrado e di illegalità. Identificate oltre 440 persone e eseguite verifiche presso numerose attività commerciali. I Carabinieri della Compagnia Roma Trastevere, unitamente ai colleghi del Gruppo di Roma, nello storico quartiere hanno denunciato a piede libero un 20enne e un 16enne, entrambi con precedenti, che dopo essere stati fermati per un controllo mentre si aggiravano con fare sospetto in via della Cisterna, sono stati trovati in possesso rispettivamente di un coltello e di un punteruolo. Un giovane è stato segnalato alla Prefettura di Roma perché trovato in possesso di alcuni grammi di marijuana e altre 5 persone sono state sanzionate per il consumo di bevande alcoliche da asporto oltre l’orario consentito. A San Lorenzo, i Carabinieri della Compagnia Roma Piazza Dante, con l’ausilio dei colleghi del Gruppo di Roma, della Compagnia Speciale e del 5° Reggimento “Emilia Romagna”, hanno sanzionato i titolari di 3 attività commerciali poichè sorpresi a lavorare, impegnati nella vendita di prodotti, privi dei previsti dispositivi di protezione individuale. Elevate multe per 7mila euro con contestuale chiusura delle attività per 3 giorni. I Carabinieri della Stazione Roma Aventino, insieme a personale dei Nas di Roma, hanno eseguito capillari verifiche presso i locali in zona Testaccio. Il titolare di un caffè-ristorante è stato sanzionato, per 1.000 euro, per carenze igienico sanitarie. Sanzionati anche i proprietari di un’associazione culturale e un ristorante dove sono state riscontrate carenze strutturali. I Carabinieri hanno avanzato segnalazione all’Asl Roma 1 per eventuale ulteriore provvedimento di chiusura delle attività. Infine, i Carabinieri della Stazione Roma Piazza Farnese, con l’assistenza dei colleghi del Nucleo Ispettorato Lavoro di Roma, hanno sanzionato, per complessivi 5.920 euro, il gestore di una gelateria della zona dove è stata accertata la scarsa pulizia degli ambienti, l’assenza della cartellonistica sulle norme anti Covid, la mancanza dei previsti dispenser sanificatori e l’ostruzione dell’uscita di sicurezza. I Carabinieri della Stazione Roma Flaminia, al termine di una spedita e articolata attività investigativa, coordinata dalla Procura della Repubblica di Roma, hanno sottoposto d’iniziativa a fermo di indiziato di delitto un cittadino del Perù di 42 anni ed una 36enne originaria dell’Ecuador, entrambi nella Capitale senza fissa dimora e con precedenti, gravemente indiziati di rapina aggravata in concorso ai danni di una donna boliviana. Su segnalazione della vittima, una cittadina della Bolivia di 42 anni che si trovava nei pressi di un giardino di via Flaminia, sono stati notati in lontananza nei pressi del Lungotevere Thaon di Revel, luogo in cui, stando alla denuncia della donna, la sera precedente era stata da loro rapinata sotto la minaccia di cocci di bottiglia. I due sono stati fermati da Carabinieri. La vittima era tornata lì, perchè stava cercando tra la vegetazione eventuali tracce dei suoi effetti personali, nella speranza che i ladri li avessero abbandonati dopo il colpo e, alla vista dei due, ha immediatamente contattato i Carabinieri, spiegando loro l’accaduto e indicando nell’uomo e la donna i responsabili della rapina ai suoi danni. I due presunti colpevoli, sottoposti a fermo, sono stati condotti rispettivamente, nel carcere di Frosinone e nella sezione femminile del carcere di Rebibbia. Nel corso dell’udienza davanti al Gip del Tribunale di Roma i fermi sono stati convalidati. I Carabinieri della Compagnia di Pomezia, al comando del Capitano Marcello Pezzi, hanno tratto in arresto una 41enne romana, gravemente indiziata di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. La donna, già nota alle forze dell’ordine, è stata notata dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Pomezia mentre sostava nei pressi di un condominio, situato in una nota piazza di spaccio, ed è stata fermata per un controllo. La presunta pusher è stata trovata in possesso di un involucro contenente 103 gr. di cocaina. I militari hanno, poi, deciso di eseguire una perquisizione domiciliare, dove hanno rinvenuto ulteriori dosi della stessa droga, materiale per il confezionamento e 700 euro in contanti, probabile provento dell’attività di spaccio. L’arrestata, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stata sottoposta agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo dinanzi al Tribunale di Velletri. I Carabinieri della Compagnia di Monterotondo hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio sul versante tiberino di competenza, in particolare a Fiano Romano e Torrita Tiberina, dove, con l’impiego anche dei Reparti Speciali dell’Arma, hanno controllato il rispetto della normativa di tutela del lavoro e dell’ambiente. Al termine del servizio sono stati deferiti a piede libero uno spacciatore ed un conducente positivo all’alcool test, mentre numerose sanzioni sono state elevate alle attività imprenditoriali ispezionate dai Carabinieri per la Tutela del Lavoro e Forestali, compreso il sequestro di una azienda di allevamento bovini con oltre 150 capi di bestiame ed una estensione di oltre 2 ettari. La Stazione di Torrita Tiberina, unitamente ai colleghi Ispettori del lavoro del NIL di Rieti e a quelli della Stazione Forestale di Sant’Oreste hanno ispezionato una azienda che con l’allevamento di oltre 150 bovini produce latte. Al termine dei controlli l’azienda è stata posta sotto sequestro perchè i Carabinieri hanno accertato che tutti i liquami prodotti, compresi quelli di origine animale, non venivano né trattati né raccolti, come prevede la normativa vigente, bensì sversati direttamente nei terreni sottostanti con il rischio di inquinare anche la vicina riserva naturale su un tratto del fiume Tevere. Per questo i Carabinieri Forestali hanno subito posto sotto sequestro l’azienda segnalando quanto accertato alla Procura di Rieti ed intimando alla società che gestisce l’allevamento di adeguare subito gli impianti di trattamento dei rifiuti prodotti. Inoltre nella medesima azienda i Carabinieri del NIL di Rieti hanno elevato oltre 8mila euro di sanzioni per aver riscontrato l’impiego, in nero, del personale dipendente nonchè la retribuzione in contanti e non tracciabile. Nell’ambito della stessa attività coordinata, con numerosi posti di controllo nei punti nevralgici della via Tiberina, tra grossi centri commerciali e importanti poli logistici, è stato deferito per detenzione a fini di spaccio un 19enne di origini colombiane residente a Scandriglia (RI) sorpreso in possesso di un panetto di hashish. Altre due persone controllate erano, invece, in possesso di stupefacente per uso personale, dunque verranno segnalate alla Prefettura di Roma per il percorso di recupero presso il SERT. Infine un giovane alla guida, originario di Palombara, è risultato positivo all’alcool-test, per cui oltre il ritiro della patente, è stato deferito alla Procura della Repubblica di Tivoli per guida in stato di ebbrezza. Nel complesso sono stati controllati 196 veicoli ed identificate 216 persone. I Carabinieri della Stazione di Castel Madama hanno arrestato, in flagranza di reato, un 41enne italiano sorpreso all’interno di un casolare adibito a serra artigianale per la coltivazione di marijuana. Nello stabile, situato nell’agro del comune di Castel Madama, i militari hanno rinvenuto una serra indoor dotata di tutte le attrezzature necessarie per la coltivazione e la crescita delle piante e 6 kg. di marijuana in via d’essiccazione. L’arresto è stato convalidato e l’indagato, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Tivoli, è stato sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora. È quanto segnalato dal Comando Provinciale CC di Roma.

SALUTE In Italia, nelle ultime 24 ore, sono 53.602 i nuovi casi e 130 i morti per “Coronavirus“, con un tasso di positività al 14%. Nel Lazio, 5.506 sono le nuove positività e 10 le vittime. In Campania, 6.051 i casi e 9 i morti. In Basilicata, 663 le infezioni e 0 i morti. In Puglia, 4.223 i contagi e 2 i decessi. È quanto riportato oggi dal bollettino epidemiologico del Ministero della Salute. Intanto, da domani, dopo oltre due anni di pandemia, cambiano alcune regole attualmente in vigore sul “Green Pass“, mascherine, vaccini e smart working. Infatti, sino al prossimo 15 giugno resterà l’obbligo di indossare le “FFP2” nel trasporto pubblico locale e a lunga percorrenza, nei cinema, nei teatri, nei locali di intrattenimento e musica dal vivo e per tutti gli eventi e competizioni sportive al chiuso oltre che per lavoratori, utenti e visitatori di ospedali e strutture sanitarie, incluse le Rsa. Negli altri luoghi di lavoro, invece, questi dispositivi di protezione saranno solo raccomandati, come per i dipendenti della Pubblica Amministrazione, nei luoghi potenzialmente affollati, come la fila a mensa o in ascensore. Per quanto riguarda il settore privato, resterà in capo alle singole aziende rinnovare o ridefinire protocolli e accordi. Le mascherine sono raccomandate dai vescovi anche a messa e per le celebrazioni in chiesa. Le nuove norme consigliano, poi, di avere sempre a disposizione il dispositivo di protezione pronto ad essere indossato in caso di affollamento per esempio nei negozi o nei centri commerciali. Resta in vigore, fino al 15 giugno, l’obbligo di vaccinazione per gli over 50, forze dell’ordine e comparto scuola, categorie che se non si vaccineranno, continueranno ad incorrere nella sanzione prevista di 100 euro. Ai visitatori delle Rsa e agli operatori sanitari continuerà ad essere richiesto fino al 31 dicembre il ciclo di vaccinazione primario più l’effettuazione di un tampone oppure la vaccinazione con tre dosi. Prorogato fino al 31 agosto lo smart working anche in assenza degli accordi individuali per i lavoratori del settore privato. Viene, quindi,  allungato di altri due mesi, rispetto alla data del 30 giugno indicata nel decreto, la possibilità di proseguire nella modalità semplificata che ha caratterizzato la fase emergenziale, ovvero senza la necessità di un accordo. Resta, invece, l’obbligo di mascherine, nelle scuole, anche solo chirurgiche, fino alla fine dell’anno scolastico, fatta eccezione per i bambini sino a 6 anni di età, per chi ha patologie o disabilità incompatibili con l’uso dei dispositivi e per lo svolgimento delle attività sportive. Per i viaggi, decade il “Passenger Locator Form“, il modulo utilizzato dalle autorità sanitarie per i viaggi, per chiunque voglia entrare o partire per l’estero. Infine, prorogate al 31 maggio le disposizioni per gli arrivi dai Paesi esteri, che prevedono il “Green Pass” o un tampone rapido.

METEO Per la giornata di domani, nubi irregolari alternate a schiarite, più ampie la sera, rovesci sparsi più frequenti su Lombardia. Al mattino piovaschi in Toscana, poi, generale variabilità con qualche rovescio o temporale anche su zone appenniniche e versante adriatico. Ampi spazi soleggiati e clima spesso asciutto, salvo nubi più compatte su Sicilia, Calabria e Salento con alcune piogge. A Potenza, cieli in prevalenza poco nuvolosi, con nubi in aumento dal pomeriggio fino a cieli nuvolosi e con deboli piogge in serata. Come informato da “3B Meteo” le temperature saranno in calo, tra i 17 e 22 gradi.

Rocco Becce

DI Rocco Becce

Avatar photo
Direttore Editoriale