Myntra coupons for new users

flipkart coupons codes for mobiles

foodpanda offers

globalnin

Home / Primo piano / La mia Rassegna Stampa – (giovedì 17 novembre 2022)

La mia Rassegna Stampa – (giovedì 17 novembre 2022)

CRONACAROMA, TRE PROSTITUTE ASSASSINATE A COLPI DI ARMA DA TAGLIO, AD INDAGARE È LA POLIZIA DI STATO – Il quartiere Prati è diventato una scena di “CSI“. Tre prostitute di origini straniere sono state accoltellato e trovate morte a Roma. Ad indagare su quanto tristemente accaduto oggi, sono gli investigatori della Squadra Mobile che dovranno ricostruire i gravi fatti di sangue, per dare un volto a chi e perchè ha commesso ciò. ROMA, I CARABINIERI SEQUESTRANO UN MILIONE DI DOSI DI HASHISH PRONTE AD INVADERE LA CAPITALE. FINISCE IN CARCERE UN 29ENNE. I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Roma Casilina, guidata dal Maggiore Piero Orlando, hanno arrestato un romano di 29 anni, con precedenti, gravemente indiziato del reato di detenzione ai fini di spaccio di quasi 87 kg. di hashish. Il personale dell’Arma, in borghese, nel corso di un servizio antidroga, transitando in via di Torre Maura, hanno notato un’auto in sosta e il conducente discutere con un altro uomo, appoggiato al finestrino lato guida. Il veicolo è risultato noleggiato in un’agenzia di Roma e a quel punto hanno deciso di eseguire un controllo. L’atteggiamento sospetto del guidatore ha spinto i militari ad ispezionare l’autovettura. Sotto il sedile, è stato rinvenuto un involucro contenente 15 gr. di hashish. A quel punto, i militari hanno esteso la perquisizione anche alla sua abitazione, dove sono stati rinvenuti, nella camera da letto, nascosto in un sacchetto di plastica da cucina, un involucro con 50 gr. della stessa sostanza. Le verifiche sono proseguite in una cantina, nell’esclusiva disponibilità dell’indagato, ma di proprietà della nonna, all’interno della quale sono stati rinvenuti quasi 87 chili dello stesso stupefacente, suddiviso in panetti, in gran parte ancora sigillati in pacchi del peso di circa un chilogrammo, alcuni dei quali riportanti la sigla “INTER”, l’immagine di un personaggio di Dragon Ball e altri “RED MAGIC”, oltre a due telefonini che saranno analizzati dagli esperti informatici dell’Arma per il prosieguo delle indagini. Dalla perizia eseguita dagli esperti è risultato che dalla droga sequestrata si sarebbero potute ricavare oltre 1 milione di dosi. Il presunto pusher è stato condotto in caserma e successivamente il suo arresto è stato convalidato ed è stato condotto in carcere in attesa del giudizio. ANZIO, SI SPARA ACCIDENTALMENTE MA SIMULA UN AGGUATO. DENUNCIATO DAI CARABINIERI. I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Anzio hanno denunciato, in stato di libertà, un italiano 55enne. L’uomo è gravemente indiziato di detenzione illegale di arma comune da sparo, furto in abitazione e simulazione di reato. Nella notte tra il 14 e il 15 novembre scorso, la Sala Operativa del “118” aveva contattato  la Centrale Operativa della Compagnia dei Carabinieri di Anzio, riferendo che un uomo era stato accompagnato presso il pronto soccorso degli Ospedali Riuniti Anzio – Nettuno dopo era stato attinto da un colpo d’arma da fuoco. Il ferito, aveva dichiarato che un ignoto, dopo aver bussato alla sua porta, improvvisamente aveva  esploso un colpo d’arma da fuoco con un fucile. Sin dalle prime dichiarazioni, i militari avevano riscontrato già numerose discordanze. Infatti, grazie al supporto dei Carabinieri del Nucleo Investigativo del Gruppo di Frascati, a seguito di un sopralluogo effettuato presso l’abitazione, i militari avevano raccolto gravi indizi di colpevolezza a carico del ferito che, si presume, abbia rubato un fucile dall’abitazione di un anziano vicino e, giunto presso la propria abitazione, accidentalmente aveva fatto partire un colpo a causa dell’incauto maneggio dell’arma. Le indagini degli investigatori hanno consentito di delineare il grave quadro indiziario a carico dell’indagato e, soprattutto, di rinvenire e sequestrare l’arma utilizzata, sulla quale verranno svolti ulteriori accertamenti balistici. L’interessato, non in pericolo di vita, è stato immediatamente sottoposto ad un intervento chirurgico ed è ancora ricoverato. Ad informarlo è il Comando Provinciale CC di Roma. VITERBO, CONTRASTO AL TRAFFICO E ALLO SPACCIO DI SOSTANZE STUPEFACENTI, OPERAZIONEBIG DOG”, ESEGUITE DALLA GDF 5 MISURE CAUTELARI PERSONALI. Dalle prime luci dell’alba, i militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Viterbo hanno eseguito un’ordinanza applicativa di misure cautelari personali nei confronti di un gruppo criminale dedito al traffico ed allo spaccio di sostanze stupefacenti in particolare di cocaina. All’esito di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Viterbo, i finanzieri della Compagnia di Tarquinia hanno dato applicazione all’ordinanza di custodia cautelare, emessa dall’Ufficio GIP del Tribunale di Viterbo, nei confronti di 5 persone, una tradotta in carcere, tre agli arresti domiciliari con applicazione di braccialetto elettronico ed un’altra sottoposta ad obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria. I colpiti dai provvedimenti sono tutti di nazionalità italiana, alcuni pregiudicate. Sono stati, inoltre, deferiti all’A.G. sei persone, due per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti e quattro per il reato di favoreggiamento. Nel corso delle attività sono in corso di esecuzione 18 perquisizioni nei confronti di indagati e terzi, allo stato non indagati, residenti e domiciliati nelle province di Viterbo, Parma e Roma. Le indagini avviate nel luglio del 2021, a seguito di attività info-investigativa dei militari della Compagnia di Tarquinia, hanno permesso, attraverso l’esecuzione di intercettazioni telefoniche e ambientali, appostamenti e pedinamenti, di individuare i responsabili del sodalizio criminale dedito al traffico ed allo spaccio di sostanze stupefacenti del tipo hashish e cocaina sulla tratta Roma – Tarquinia – Monte Romano, con unico canale di approvvigionamento individuato nella capitale. L’attività investigativa è stata diretta dalla Procura della Repubblica di Viterbo e le attività di natura tecnica, supportate dallo S.C.I.C.O. della Guardia di Finanza e dalla D.C.S.A. Si sono concretizzate con il monitoraggio di numerosi obiettivi, tra utenze telefoniche, autovetture ed appartamenti in uso agli indagati ed una conseguente captazione ed analisi di oltre 10mila conversazioni telefoniche e video-ambientali. L’efficacia di tale apparato investigativo ha consentito di ricostruire oltre 160 episodi di spaccio di sostanze stupefacenti, forniture di sostanze stupefacenti, pari a circa 500 gr. di cocaina e circa un 1,5 kg. di hashish, trasportato in Tarquinia e Monte Romano ad opera di un corriere romano incensurato ed assolutamente insospettabile. Nel corso delle indagini, a riscontro delle investigazioni eseguite, sono state tratte in arresto 2 persone. CIVITAVECCHIA, ILLECITI CONTRO IL REDDITO DI CITTADINANZA. SCOPERTI D 13 SOGGETTI NON AVENTI DIRITTO MA IN POSSESSO DI IMBARCAZIONI DA DIPORTO. Percepivano il reddito di cittadinanza nonostante avessero fornito false dichiarazioni circa il reale possesso di beni intestati a loro stessi o a familiari. Tra i requisiti presenti nel decreto legge n. 4 del 2019, che ha istituito il reddito di cittadinanza, in particolare ce n’è uno che fa espressamente riferimento alla nautica da diporto, prevedendo che il cittadino che intende avvalersi della suddetta misura assistenziale non deve essere intestatario di navi o imbarcazioni da diporto. Lo stesso vale per tutti i componenti del proprio nucleo familiare. Le Fiamme Gialle aeronavali di Civitavecchia stanno approfondendo tutte le informazioni acquisite dagli oltre 3.800 controlli di Polizia eseguiti in mare negli ultimi 2 anni, tramite il controllo incrociato tra le banche dati in possesso al Corpo ed all’I.N.P.S. per verificare l’illecita percezione del Reddito di Cittadinanza. L’indagine di Polizia Economico Finanziaria ha così permesso di individuare 13 persone che hanno percepito in questi anni oltre 98mila euro, i quali sono risultati quasi tutti essere intestatari di imbarcazioni da diporto o direttamente oppure in via mediata, tramite false autodichiarazioni. L’ultimo, in ordine di tempo, è stato smascherato dalla Sezione Operativa Navale di Anzio. Si tratta di un cittadino italiano che usufruiva di una imbarcazione intestata ad una società di cui era amministratore unico. Nella sua dichiarazione aveva “dimenticato” di dichiarare che era rappresentante ed amministratore in carica, di 7 società regolarmente iscritte nel registro delle imprese, di essere in possesso di partecipazioni societarie per un valore di oltre 100mila euro e di avere un patrimonio immobiliare del valore di 160mila euro. Tutti gli individuati sono stati segnalati all’Autorità Giudiziaria competente ed all’I.N.P.S. per l’immediata interruzione dell’erogazione del beneficio e per l’avvio delle procedure per il recupero delle somme illecitamente percepite. FORMIA, ARRESTATO DALLA GDF UN 20ENNE TROVATO IN POSSESSO DI 170 GRAMMI DI SOSTANZA STUPEFACENTE DI VARIO GENERE, PRONTA PER LO SPACCIO. Prosegue incisiva l’azione di contrasto della Guardia di Finanza contro lo spaccio di sostanze stupefacenti nella provincia di Latina e, nel caso specifico, nel sud Pontino, fenomeno particolarmente delicato anche per la sua diffusione tra le nuove generazioni. I finanzieri del Gruppo di Formia, nell’ambito di mirato servizio di controllo economico del territorio, nei giorni scorsi hanno tratto in arresto un 20enne del posto che all’atto del controllo a bordo dell’autoveicolo sul quale viaggiava, è stato trovato in possesso di 23 dosi di polvere bianca che avrebbero fruttato circa 1.000 euro di proventi illeciti, oltre ad un modico quantitativo di hashish. Il quadro indiziario emerso induceva le Fiamme Gialle ad estendere i controlli presso l’abitazione del giovane, dove veniva effettuata una perquisizione domiciliare, all’esito della quale venivano rinvenuti una piantina di marijuana ed ulteriori grammi della stessa sostanza, occultati all’interno di un recipiente, e già pronti per essere consumati. I militari, hanno, così, procededuto al suo arresto in flagranza per il reato di produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti, in quanto trovato in possesso di complessivi 170,5 gr. di sostanza stupefacente di vario genere, tra cui cocaina, hashish e marijuana, oltre ad 1 bilancino di precisione, utile per portare a termine l’attività di confezionamento dello stupefacente. Alla luce della condotta rilevata, l’Autorità Giudiziaria competente disponeva immediatamente per il giovane la misura restrittiva degli arresti domiciliari. Nella stessa serata, i Finanzieri avevano già provveduto a segnalare alla competente Prefettura di Latina un altro giovanissimo trovato in possesso, all’atto del controllo di polizia, di modiche quantità di sostanza stupefacente del tipo hashish, in violazione dell’art. 75 del D.P.R. n. 309/90. LATINA, SEQUESTRATA DALLA GDF UNA DISCARICA ABUSIVA. I finanzieri del Comando Provinciale di Latina, nell’ambito di mirati servizi di controllo del territorio, hanno rinvenuto una vasta area, di circa 5mila mq., rientrante nel comune di Sonnino, adibita a discarica abusiva. In particolare, le Fiamme Gialle della Compagnia di Terracina a seguito di attività di osservazione e perlustrazione del territorio hanno individuato il sito, sul quale giaceva una mole di rifiuti speciali altamente inquinanti e pericolosi, tra cui materiale ferroso, elettrodomestici, parti di mobilio, guaine, vernici, pneumatici, automezzi dismessi, oltre a scarti di demolizioni edilizie. Il materiale rinvenuto, con il passare del tempo e l’esposizione agli agenti atmosferici, avrebbe potuto contaminare il suolo e le falde acquifere sottostanti, con notevoli rischi per l’ambiente. L’intera area, in gestione a una società di capitali della zona, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Latina è stata sottoposta a sequestro, per il reato di abbandono incontrollato di rifiuti speciali e di attività di gestione di rifiuti non autorizzata. A segnalarlo è il Comando Generale della Guardia di Finanza. SANTARCANGELO, PER DROGA, IN MANETTE UN 26ENNE. Nuovo arresto per droga in Basilicata. Accusato di di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, un 26enne, in flagranza di reato, è finito agli arresti domiciliari a Sant’Arcangelo, nel potentino. Il giovane, occultava 7 grammi di eroina all’interno dei suoi pantaloni. È quanto scoperto, nei giorni scorsi, dal Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia CC di Senise, guidata dal neo Comandante, il Capitano Luca Gasparri. I militari dopo aver controllato, di sera, il presunto pusher in strada, hanno eseguito una perquisizione domiciliare nella sua abitazione dove hanno rinvenuto ulteriori 0,7 gr. di eroina e 0,3 di cocaina, oltre a materiale utilizzato per il taglio e il confezionamento delle dosi, tra cui bustine in cellophane, un coltello, forbici e ritagli di carta argentata, tutto sottoposto a sequestro. Ad informarlo è il Comando Provinciale CC di Potenza.

METEO In Italia, per domani, cielo nuvoloso al mattino con piogge su Triveneto ed Emilia Romagna, in esaurimento, ampie schiarite in estensione da Ovest entro il pomeriggio. Cielo nuvoloso con rovesci e locali temporali, in esaurimento dal pomeriggio e tendenza ad ampie schiarite. Piogge, rovesci e temporali, più probabili sul versante tirrenico e in Sardegna, in attenuazione dal pomeriggio. Le temperature, come informato da “3B Meteo“, saranno in calo, tra i 13 e 23 gradi.

Rocco Becce

DI Rocco Becce

Avatar photo
Direttore Editoriale