Myntra coupons for new users

flipkart coupons codes for mobiles

foodpanda offers

globalnin

Home / Primo piano / La mia Rassegna Stampa – (giovedì 3 marzo 2022)

La mia Rassegna Stampa – (giovedì 3 marzo 2022)

CRONACAVENEZIA, DENUNCIATO DALLA GDF MEDICO NON VACCINATO, SOSPESO DALLORDINE, MENTRE ESERCITAVA LA PROFESSIONE – La Guardia di Finanza di Venezia ha individuato un medico specializzato che, sebbene sospeso dall’Ordine professionale per inosservanza dell’obbligo vaccinale, avrebbe continuato ad esercitare la propria attività. I militari del 2° Nucleo Operativo Metropolitano Venezia, a seguito degli approfondimenti svolti, hanno notato un andirivieni di pazienti uscire dallo studio del medico che hanno confermato di aver ricevuto prestazione sanitarie. I finanzieri hanno, poi, constatato come il professionista avesse continuato ad esercitare presso il proprio studio nonostante gli fosse stata notificata la sospensione dell’attività. Ulteriori controlli ed accertamenti effettuati direttamente presso lo studio hanno, inoltre, consentito di rinvenire documentazione dalla quale è emerso l’esecuzione di decine di prestazioni mediche eseguite dopo la data di sospensione. Le Fiamme Gialle hanno, infine, deferito il medico alla Procura della Repubblica di Venezia per il reato di esercizio abusivo della professione, sottoponendo a sequestro lo studio medico. AREZZO, SEQUESTRATI DALLA GDF OLTRE 1.900 ARTICOLI NON SICURI E POTENZIALMENTE DANNOSI PER LA SALUTE – I finanzieri del Gruppo di Arezzo, nell’ambito di un più ampio piano di intensificazione dei controlli in materia di sicurezza prodotti, hanno sottoposto a sequestro oltre 1.900 articoli, commercializzati in violazione del Codice del Consumo e della normativa in materia di sicurezza dei giocattoli. In particolare, sono stati eseguiti controlli presso due esercizi commerciali, gestiti da extracomunitari, dove sono stati rinvenuti prodotti vari, tra cui articoli di bigiotteria, orecchini, perline, ciondoli, destinati anche a minori, tra queste maschere, cerchietti, costumi carnevaleschi, privi delle dovute indicazioni di provenienza, delle istruzioni per l’utilizzo, delle avvertenze di sicurezza e della composizione merceologica. Le suddette indicazioni sono fondamentali, in quanto, oltre ad attestare la conformità dei prodotti agli standard di sicurezza dell’Unione Europea e nazionali, garantiscono che il prodotto non sia stato fabbricato con sostanze che possano rivelarsi dannose per la salute. Al termine delle attività ispettive, i titolari degli esercizi commerciali sottoposti a controllo sono stati segnalati alla Camera di Commercio di Arezzo e Siena, Ente preposto all’irrogazione delle previste, pesanti sanzioni amministrative. MACERATA, SEQUESTRATI OLTRE 80 GRAMMI DI DROGA E DENUNCIATO UN 27ENNE – Le Fiamme Gialle camerti, nell’ambito di un piano coordinato di controllo economico del territorio, finalizzato alla prevenzione e repressione dei traffici illeciti, con particolare riguardo al settore degli stupefacenti, hanno predisposto una specifica attività di servizio nel Comune di San Severino Marche, anche con l’impiego dell’unità
cinofila della Compagnia di Civitanova Marche, nel corso della quale, hanno sottoposto a controllo un’autovettura condotta da un 27enne residente a Morrovalle. Su segnalazione del cane antidroga Hanima, i militari hanno rinvenuto due spinelli, occultati all’interno di un pacchetto di sigarette riposto in un vano portaoggetti del veicolo. A seguito del rinvenimento dello stupefacente, le attività ispettive sono state immediatamente estese presso il suo domicilio dove, nascosti in un cassetto di una scrivania posta nella camera da letto, i finanzieri, hanno rinvenuto poco più di 80 gr. di hashish e 2,4 gr. di marijuana, oltre ad in bilancino di precisione. Lo stupefacente rinvenuto, i due spinelli e il bilancino sono stati posti sotto sequestro, mentre il responsabile, un operaio incensurato, è stato denunciato a piede libero alla locale Autorità Giudiziaria. È quanto segnalato dai vari Comandi Provinciali della Guardia di Finanza. CONTROLLI DEI CARABINIERI A ROMA E PROVINCIA – Proseguono i controlli da parte dei Carabinieri del Comando Provinciale di Roma volti al rispetto delle norme per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da “Covid19“. I militari della Stazione Roma Cinecittà hanno denunciato tre cittadini italiani, di 48, 39 e 26 anni, per interruzione di servizio pubblico. La scorsa mattina, i tre sono entrati in un ufficio postale in zona Don Bosco e hanno creato disagi inscenando una manifestazione non autorizzata contro l’esibizione del “Green Pass“, incitando gli altri utenti presenti a manifestare con loro, distribuendo volantini. A Tivoli, i Carabinieri della locale Compagnia, invece, hanno controllato 111 persone al capolinea dei bus in arrivo dalla Capitale. Sanzionati 9 utenti per mancato utilizzo della mascherina “FFP2” e 8 per mancato possesso del “Green Pass“. I Carabinieri della Compagnia di Subiaco hanno sanzionato, per 400 euro, un 66enne romeno sorpreso all’interno di un negozio nel comune di Gerano, privo del previsto “Green Pass“, e tre cittadini italiani, per complessivi 1.200 euro, rispettivamente titolare e avventori di un esercizio commerciale nel comune di Rocca Canterano. Il primo per non aver proceduto al controllo del “Green Pass“, all’ingresso dei clienti e gli altri due per non esserne in possesso durante la consumazione. Infine, ad Albano Laziale, i Carabinieri della Compagnia di Castel Gandolfo hanno sanzionato due cittadini del Bangladesh, titolare e dipendente di un alimentari, trovati a svolgere attività lavorativa priva della prevista certificazione verde. Elevata una contravvenzione per 800 euro. È quanto segnalato dal Comando Provinciale CC di Roma. SALERNO, ARRESTATI DUE 30ENNI PER DETENZIONE DI ARMI CLANDESTINE – Nella mattinata dello scorso martedì 1 marzo, a Salerno, in località Giovi Montena, i Carabinieri della Stazione di San Cipriano Picentino, hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, per porto di arma clandestina in concorso, due 30enni di Salerno, già noti alle forze dell’ordine. I due viaggiavano in compagnia di un minorenne quando, alla vista dei militari, hanno cercato di dileguarsi nelle strade di campagna per sottrarsi al controllo. Poco dopo, prima di essere raggiunti, gli occupanti hanno lanciato dal finestrino, una penna-pistola, poi, recuperata dai militari. La perquisizione all’interno dell’autovettura ha consentito di rinvenire e sequestrare un caricatore vuoto monofilare per l’alimentazione di pistole con calibro 6.35 mm e gr. 2.5 di hashish, oltre a 1.100 euro in banconote di vario taglio. I due maggiorenni sono stati tratti in arresto e successivamente tradotti presso il carcere di Salerno Fuorni mentre, il minorenne, è stato riaffidato ai genitori. La penna-pistola, risultata perfettamente funzionante, priva di marca e matricola e idonea all’utilizzo con proiettili calibro 6.35 mm, è stata sottoposta a sequestro. A segnalarlo è il Comando Provinciale CC di Salerno. AREA DI MACABRI RIFIUTI SEQUESTRATA DALLA POLIZIA STRADALE DI LAGONEGRO – Il personale della Sottosezione Polizia Stradale di Lagonegro, ha rinvenuto e sequestrato una discarica a cielo aperto di rifiuti cimiteriali, tra questi, frammenti lignei di cofani funebri e parti di rivestimenti in zinco delle bare ed altri sacchetti in cellophane, con all’interno calzature e capi di vestiario vetusti appartenuti a salme riesumate. Fortunatamente non sono stati rinvenuti resti umani. Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Lagonegro, hanno permesso agli operatori della Polizia Stradale di individuare i responsabili del lucubro scempio, portando alla segnalazione all’A.G. di tre persone che, a vario titolo, sono ritenute responsabili dell’abbandono di rifiuti speciali. Gli investigatori hanno anche accertato che i rifiuti, scaricati illecitamente a ridosso del “Belvedere” dell’area di parcheggio denominata Sirino sull’autostrada A2 del Mediterraneo, a poca distanza dal Lago da cui prende il nome l’area, provenivano dai cimiteri del comune di Montesano sulla Marcellana (SA). Nell’attività criminosa sono risultati coinvolti, oltre ad impiegati della P.A., anche dipendenti di un’azienda privata, assegnataria della concessione di un servizio pubblico. L’individuazione dei responsabili, come informato in redazione, ha permesso, infine, di poter effettuare le operazioni utili alla bonifica dell’area sequestrata. 46ENNE MATERANO ARRESTATO DAI CARABINIERI DI MONTESCAGLIOSO – Lo scorso 28 febbraio i Carabinieri del Comando Provinciale di Matera, hanno tratto in arresto un materano di 46 anni, ritenuto responsabile di più violazioni delle prescrizioni impostegli quale sorvegliato speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno nella città dei Sassi. L’uomo, dal mese di gennaio di quest’anno, era stato sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno in Matera, oltre al divieto di condurre autoveicoli, attuato mediante la revoca della patente di guida. Ciò nonostante, i Carabinieri di Montescaglioso, impegnati in un servizio di perlustrazione del territorio hanno notato e riconosciuto l’individuo alla guida della propria autovettura mentre si aggirava nel centro cittadino. Alla vista dei militari, resosi conto di essere stato scoperto, ha parcheggiato frettolosamente il veicolo e si è dato a precipitosa fuga a piedi. Il tentativo di far perdere le proprie tracce, però, è stato reso vano dal Comandante della Stazione Carabinieri il quale, dopo un breve inseguimento nei viottoli del centro storico, ha bloccato il fuggitivo e lo ha tratto in arresto. Nella giornata del primo marzo scorso, il GIP del Tribunale ha convalidato l’arresto disponendo per l’imputato la misura cautelare degli arresti domiciliari. STATTE, COCAINA NASCOSTA IN CASA, UN ARRESTO DEI CARABINIERI – Proseguono i servizi predisposti dalla Compagnia CC di Massafra finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati in materia di sostanze stupefacenti. I militari del Comando Stazione di Statte, nel corso di un’attività conclusasi con una perquisizione, hanno tratto in arresto un 40enne, poi, condotto nel carcere di Taranto, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente. L’uomo, un disoccupato del posto, è accusato di detenzione di sostanze stupefacenti finalizzata allo spaccio. Il personale dell’Arma, dopo averlo seguito, all’alba di oggi hanno perquisito la sua abitazione, nella quale sono stati rinvenuti e sequestrati 250 gr. di sostanza stupefacente, di tipo cocaina. La droga era ben occultata all’interno del cassone del letto, insieme con sostanza da taglio ed un bilancino di precisione. Lo stupefacente rinvenuto, che al dettaglio avrebbe fruttato oltre 30mila euro, sarà sottoposto, nei prossimi giorni, ad analisi specifiche presso il LASS (Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti) del Comando Provinciale CC di Taranto che ne ha dato notizia.

SALUTE In Italia, nelle ultime 24 ore, sono 41.500 i nuovi casi e 185 i morti per “Coronavirus“, con un tasso di positività al 9,6%. Nel Lazio, 4.771 sono le nuove positività e 11 le vittime. In Campania, 3.627 sono le infezioni e 7 i decessi. In Basilicata, 535 i contagi e 5 i morti. In Puglia, 3.696 i casi e 9 i deceduti. È quanto riportato oggi dal bollettino epidemiologico del Ministero della Salute.

METEO Per la giornata di domani, come informato da “3B Meteo“, tempo instabile con piogge sparse, tra notte e mattino, in Emilia Romagna, basso Veneto e Liguria. Deboli nevicate oltre i 700 m. in Emilia Romagna, asciutto dal pomeriggio. Stabile e soleggiato altrove. Al Centro, instabile con piogge e temporali sparsi. Neve oltre i 500-600 m. Al Sud, nuvolosità in graduale aumento con prime precipitazioni dal pomeriggio sulle regioni peninsulari, nevose oltre i 400-600 m. Temperature stabili, tra i 10 e 15 gradi.

Rocco Becce


DI Rocco Becce

Direttore Editoriale