Myntra coupons for new users

flipkart coupons codes for mobiles

foodpanda offers

globalnin

Home / Primo piano / La mia Rassegna Stampa – (martedì 23 novembre 2021)

La mia Rassegna Stampa – (martedì 23 novembre 2021)

CRONACACONTROLLI, ARRESTI E DENUNCE DEI CARABINIERI A ROMA E PROVINCIA – All’esito delle investigazioni coordinate dalla Procura della Repubblica di Roma, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Piazza Dante hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Roma, nei confronti di un giovane romano di 20 anni, già conosciuto alle forze dell’ordine, gravemente indiziato dei reati di estorsione e incendio aggravato. All’indagato vengono contestate numerosi e ripetuti episodi di minaccia ai danni di una coppia di coniugi, titolari di un bar del quartiere San Lorenzo. Secondo quanto dichiarato dalle vittime, il giovane era solito entrare nel loro esercizio di via dei Latini con atteggiamento da boss di quartiere, esigendo consumazioni gratis e, soprattutto, somme di denaro, tra i 60 e i 100 euro, assumendo atteggiamenti sempre più violenti. Per apparire ancor più convincente, avrebbe più volte minacciato di dare fuoco al locale. Le vittime, per timore e per quieto vivere, hanno assecondato le sue pretese fino ad agosto scorso, quando hanno deciso di non dare più seguito alle sue richieste. Di conseguenza, a titolo ritorsivo, nella tarda serata del 28 agosto veniva lanciato contro la vetrina del bar una bottiglia incendiaria, con grave pericolo per la pubblica incolumità. Le fiamme sono state spente da una delle vittime con l’estintore in dotazione all’esercizio. A seguito della collaborazione delle persone offese, era possibile acquisire un grave quadro indiziario e dunque formulare la richiesta cautelare che trovava accoglimento dall’organo giudicante. I Carabinieri della Stazione di Roma Settecamini hanno arrestato due cittadini italiani, di 33 e 40 anni, già noti alle forze dell’ordine, con le accuse di porto illegale di arma e ricettazione in concorso. La scorsa notte, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio effettuati nella periferia est di Roma, i militari hanno intimato l’alt ad un’autovettura che, alla loro vista, rallentava notevolmente la marcia. A bordo del veicolo, i due sono apparsi fin da subito molto nervosi per il controllo che li vedeva coinvolti. I Carabinieri hanno deciso, quindi, di approfondire ed hanno effettuato la perquisizione dell’auto trovando una pistola carica e pronta a sparare, all’interno di un sacchetto. Interrogati sul perchè viaggiassero con l’arma al seguito e di chi fosse, i due non hanno fornito valide risposte cercando anche di giustificarsi goffamente riferendo che l’avevano appena trovata. La pistola è stata sequestrata ed inviata ai laboratori del RIS per verificare l’eventuale utilizzo in episodi criminali. Gli arrestati sono stati portati in caserma e trattenuti fino al rito direttissimo, al termine del quale il 40enne è stato sottoposto ai domiciliari, mentre il 33enne è finito in carcere. I Carabinieri della Compagnia Aeroporti di Roma hanno intensificato, in vista dell’aumento del traffico della stagione invernale e pre natalizia, le attività di controllo delle aree aperte al pubblico maggiormente sensibili dell’Aeroporto Leonardo da Vinci di Fiumicino e della circolazione stradale lungo i viali antistanti i Terminal. Nel corso dei servizi predisposti negli ultimi giorni, nelle fasce orarie di maggior afflusso di passeggeri, i militari hanno sorpreso e sanzionato amministrativamente due autisti addetti al servizio di noleggio con conducente per il trasporto di persone, per aver procacciato dei clienti, tra i passeggeri in transito all’interno dell’aerostazione, senza averne titolo. I due sono stati sanzionati per un importo totale di 4.128 euro. Inoltre, all’interno dell’Aeroporto, i militari dipendenti hanno denunciato in stato di libertà, un 30 enne italiano, per tentato furto ai danni di un duty-free shop, poichè sorpreso mentre asportava una confezione di profumo. I Carabinieri della Compagnia di Monterotondo, nel corso del fine settimana, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio sul versante Sabino con l’impiego anche dei Reparti Speciali dell’Arma, che ha portato a due arresti, uno per spaccio di stupefacenti ed il secondo per “Codice Rosso”, oltre a numerose denunce a piede libero per diverse violazioni. A Mentana, i Carabinieri della Sezione Operativa hanno arrestato un 30enne del posto per detenzione ai fini di spaccio di cocaina perché sorpreso in strada con 37 dosi di cocaina. L’arrestato è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione in attesa del processo. Nell’ambito della stessa attività sono state sequestrate altre sostanze stupefacenti ad altre 4 persone residenti nei paesi del versante Sabino interessati dal servizio straordinario Mentana, fonte Nuova, Palombara S. e Montelibretti, tutti segnalati quali assuntori di hashish e marijuana alla Prefettura di Roma. I Carabinieri di Monterotondo hanno, invece, notificato un’ordinanza di inasprimento delle misure interdittive per un caso di “Codice Rosso” ad un uomo di quasi 50 anni che era già stato diffidato dall’avvicinarsi a moglie e figli per accertati casi di maltrattamenti in famiglia. L’uomo però, come scoperto, aveva violato il divieto aggravando la sua posizione con continue minacce alla consorte. La Procura della Repubblica di Tivoli ha, così  chiesto ed ottenuto dal Tribunale l’inasprimento della misura interdittiva con l’ordinanza eseguita dai Carabinieri. L’arrestato è stato accompagnato presso la propria abitazione e sottoposto in regime di detenzione domiciliare. A Palombara Sabina, i Carabinieri della locale Stazione Forestale hanno scoperto, insieme ai colleghi del posto, una discarica abusiva a cielo aperto annessa ad un’attività di autodemolizione non autorizzata, oltre a diverse autovetture di origine sospetta. Quindi, un’area di circa 700 mq. è stata sottoposta a sequestro per dispersione di rifiuti speciali, ma oltre ai rifiuti, regolarmente accatastate e sistemate per l’esposizione, i Carabinieri hanno scoperto decine di parti di carrozzeria ricavate nel tempo dalle autovetture “cannibalizzate” per la rivendita di pezzi usati (sportelli, cruscotti, parabrezza, paraurti). Sono tutt’ora in corso ulteriori indagini per risalire alle origini del materiale sospetto. A Mentana, i Carabinieri del NAS di Roma e i colleghi della locale Stazione hanno ispezionato un noto ristorante constatando carenze igienico sanitarie nelle cucine, per le quali sono scattate delle sanzioni pecuniarie oltre alle prescrizioni di adeguamento alle normative vigenti in materia di somministrazione di alimenti e ristorazione. Durante il fine settimana, i Carabinieri hanno controllato in totale 200 veicoli ed oltre 300 persone. Ad esito delle verifiche sono state elevate diverse contravvenzioni al “Codice della Strada”, tra le quali le più rilevanti sono risultate la guida in stato di ebrezza, la mancata revisione delle autovetture e la guida senza patente. I Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Civitavecchia, nella tarda serata di sabato, hanno arrestato un 36enne del posto, già noto alle forze dell’ordine, con le accuse di rapina e lesioni personali. A seguito di una segnalazione giunta al “112“, i Carabinieri sono intervenuti presso un bar, in viale della Vittoria, dove hanno notato l’uomo allontanarsi velocemente. Raggiunto e bloccato dopo una breve colluttazione, i Carabinieri hanno accertato che, poco prima, era entrato nel bar e, dopo aver avvicinato una coppia intenta a consumare, ha colpito violentemente alla testa l’uomo facendosi, poi, consegnare dalla compagna il portafoglio custodito nella borsa, contenente solo banconota da 20 euro. I Carabinieri hanno recuperato la refurtiva e portato l’arrestato in caserma. Ad esito del rito direttissimo, il 36enne è stato sottoposto all’obbligo di presentazione in caserma. La vittima è stata medicata al pronto soccorso dell’ospedale di Civitavecchia e dimessa con prognosi di 7 giorni per contusioni multiple. Nei giorni scorsi, i Carabinieri della Compagnia di Roma Ostia, con il supporto dei colleghi del N.A.S e N.I.L. di Roma, hanno svolto un servizio straordinario di controllo del territorio, con particolare attenzione ai territori di Fiumicino, Fregene e Ponte Galeria, finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati predatori, in materia di armi e stupefacenti, e a verificare il rispetto delle norme igienico-sanitarie, sulla sicurezza alimentare e sui luoghi di lavoro da parte degli esercizi commerciali. Il servizio ha portato a due arresti e a quattro deferimenti in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Roma per vari reati, alla segnalazione alla Prefettura di Roma di 4 consumatori di sostanze stupefacenti e ad elevare sanzioni amministrative a tre esercizi commerciali, per illeciti in materia di normativa sul lavoro e per carenze igienico sanitarie. In particolare, i Carabinieri della dipendente Stazione di Fiumicino hanno arrestato un 64enne, con precedenti, sorpreso a cedere una dose di hashish ad un acquirente, nei pressi di un istituto scolastico. L’uomo è stato bloccato e sottoposto a perquisizione dell’autovettura in uso e dell’abitazione, venendo trovato in possesso complessivamente di 67 dosi di cocaina, per un peso di circa 14 gr., e ulteriori 2 dosi di hashish, oltre che materiale per la pesatura e il confezionamento della sostanza, il tutto posto sotto sequestro. L’uomo, all’esito del giudizio di convalida del Tribunale di Roma, è stato destinatario della misura cautelare degli arresti domiciliari. Analogo esito ha avuto l’intervento dei Carabinieri della dipendente Stazione di Fregene che, notato l’atteggiamento sospetto in strada di un 41enne di nazionalità indiana, lo hanno sottoposto a controllo trovandolo in possesso, all’interno dello zaino, di circa 53 gr. di bulbi essiccati di papavero di oppio. La successiva perquisizione domiciliare ha consentito di rinvenire ulteriori 80 gr. della stessa sostanza stupefacente. I Carabinieri hanno, poi, denunciato due persone ritenute responsabili di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Si tratta di un 28enne romano, già ristretto agli arresti domiciliari per altro reato, che all’esito di perquisizione domiciliare è stato trovato in possesso di 10 gr. di hashish suddivisa in varie dosi, oltre alla somma di 460 euro in contanti e di una 40enne romana, già nota alle forze dell’ordine, che all’esito di perquisizione domiciliare, è stata trovata in possesso di 14 sigarette artigianali contenenti marijuana e 14 gr. di hashish, materiale per pesatura e confezionamento in dosi e 3.360 euro in contanti. Nella rete dei controlli sono finiti anche un 31enne ed un 24enne, fermati alla guida, in diverse circostanze dai Carabinieri della Stazione di Fregene, in evidente stato di alterazione, come confermato dagli accertamenti svolti, che hanno rilevato un tasso alcolemico superiore al consentito. Ad entrambi è stata ritirata la patente e sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria per guida in stato di ebbrezza. I militari hanno anche segnalato all’Autorità prefettizia 4 giovani trovati in possesso in strada di singole dosi di hashish, sottoposte a sequestro amministrativo. Infine, nell’ambito delle attività di verifica sul rispetto delle norme di sicurezza alimentare e sul luogo di lavoro, i Carabinieri della Compagnia di Ostia con il supporto specialistico dei colleghi del N.A.S e del N.I.L. hanno controllato alcuni esercizi di ristorazione a Ponte Galeria, Fregene e Fiumicino, tre dei quali sanzionati per carenze igienico-sanitarie, per la mancata individuazione di preposto al controllo dei “Green Pass” dei clienti, nonchè per l’installazione di un impianto di videosorveglianza interno ai luoghi di lavoro, senza la preventiva comunicazione e autorizzazione dell’ispettorato territoriale. Ad informarlo è il Comando Provinciale CC di Roma. 26ENNE IN MANETTE A SORDINA DI SALERNO – In Campania, i Carabinieri del NORM – Sez. Radiomobile di Salerno, coordinati dal Comandante Interinale della Compagnia, Cap. Graziano Maddalena, nella giornata di ieri, hanno tratto in arresto L.M., di anni 26, domiciliato alla frazione Sordina di Salerno, censurato, in esecuzione al provvedimento di aggravamento di misura cautelare dell’obbligo di dimora, con la più grave misura degli arresti domiciliari, emessa dal GIP presso il Tribunale di Salerno. Il provvedimento è scaturito dalla violazione all’obbligo di dimora, a cui il giovane era sottoposto, per reati in materia di stupefacenti, accertata lo scorso 15 novembre dal reparto procedente e segnalata all’A.G. competente. L’indagato era stato già tratto in arresto dai Carabinieri della Tenenza di Pagani nel corso dell’operazione di Polizia eseguita lo scorso 23 settembre, a carico di altre 56 persone, destinatarie di altrettante misure cautelari personali emesse dal GIP del Tribunale di Salerno, su richiesta della locale DDA (Direzione Distrettuale Antimafia), per traffico di sostanze stupefacenti. È quanto segnalato dal Comando Provinciale CC di Salerno. 8 ARRESTI A FOGGIA ESEGUITI DAI CARABINIERI DI MELFI – A conclusione di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Potenza, diretta dal dott. Francesco Curcio, 8 provvedimenti cautelari, 5 in carcere e 3 agli arresti domiciliari, sono stati eseguiti nella mattinata di oggi in Puglia, a Foggia. L’operazione, disposta dal GIP di Potenza, è stata condotta dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Melfi, guidata dal Capitano Carmine Manzi, con il supporto dell’Arma territorialmente competente. Le investigazioni, avviate nel febbraio 2021, sono in ordine alle ipotesi di furto aggravato, consumato e tentato, in concorso. Queste sono le persone, gravemente indiziate, fermate dai militari dell’Arma: 1) A.C., di anni 29; 2) C.F., di anni 28; 3) C.A., di anni 26; 4) O.T., di anni 44; 5) P.M., di anni 48; 6) L.C.A., di anni 20; 7) G.M., di anni 32; 8) A.M.P., di anni 23. Per i primi cinque è stata disposta la custodia in carcere, mentre per gli altri tre la gli arresti domiciliari con dispositivo elettronico di controllo del “braccialetto”. L’attività investigativa, ha permesso di documentare, a livello di gravità indiziaria, l’operatività del gruppo, composto da 8 persone, tutte residenti nella provincia di Foggia, dedite alla commissione di una pluralità di furti ai danni di gioiellerie e tabaccherie, perpetrati, dal dicembre 2020 al febbraio 2021, nell’area del “Vulture-Melfese” ed in territorio pugliese, nei comuni di Melfi e Rionero in Vulture, oltre che a Minervino Murge (BT) e San Giovanni Rotondo (FG). Durante i furti sono stati trafugati, complessivamente, monili e preziosi per un valore commerciale stimato sui circa 47mila euro, mediante il ricorso alla tecnica del “buco”. Secondo la ricostruzione investigativa gli indagati si muovevano dall’area foggiana, percorrendo centinaia di chilometri, incuranti delle forti restrizioni legate al “lockdown“, imposto a seguito dell’epidemia da “Covid19” che, tra le varie limitazioni, prescriveva il divieto di spostamento tra le regioni. È quanto informato dal Comando Provinciale CC di Potenza. A TARANTO ESEGUITI DUE ARRESTI  DALLA POLIZIA DI STATO – In Puglia, a Taranto, il personale della Squadra Mobile, al termine di un’attività investigativa, finalizzata alla prevenzione dei furti in appartamento, ha arrestato due uomini, uno dei quali di nazionalità rumena sorpresi sul fatto, dopo aver perpetrato un furto in appartamento. I poliziotti, da qualche tempo, si erano messi alla ricerca di un’auto Opel Astra, di colore verde, sulla quale erano stati segnalati due persone che erano sospettate di dover compiere a breve alcuni furti in appartamento nel comune di Carosino. I lunghi servizi di controllo e soprattutto lungo le arterie stradali in entrata ed in uscita di quel comune, solo ieri sera hanno dato i risultati sperati. L’autovettura è stata notata arrivare a velocità sostenuta per, poi, addentrarsi nel centro abitato. Gli agenti, nonostante la scarsa illuminazione stradale, sono riusciti a seguirli a distanza e ad intervenire mentre uno dei due stava uscendo da un condominio.
Il ladro, identificato in un giovane pregiudicato di origine rumena appena maggiorenne, ha opposto una strenua resistenza al controllo e, dopo alcuni minuti, riportato alla calma, ha ammesso di aver compiuto il furto. L’altro complice, un tarantino di 50 anni residente a San Giorgio Jonico, è stato anch’egli bloccato mentre era ancora in attesa per strada al volante del veicolo. Le successive indagini hanno accertato che il giovane, per sua stessa amissione, era riuscito ad entrare nell’appartamento situato al primo piano della palazzina, usando le chiavi della porta blindata che aveva sottratto qualche tempo fa durante dei lavori edili eseguiti proprio in quella casa. Il 18enne, andando a colpo sicuro, era riuscito a rubare 150 euro dal cassetto della camera da letto, mentre la padrona di casa, un’anziana signora di 73 anni, dormiva in un’altra stanza. Nella fretta di fuggire, aveva lasciato proprio in quel cassetto le chiavi con le quali aveva appena aperto la porta d’ingresso. I due, dopo le formalità di rito, sono stati arrestati in flagranza di reato per furto aggravato. Il 18enne è stato accompagnato presso il carcere di Lecce, mentre il complice è stato sottoposto agli arresti domiciliari.
La refurtiva, come informato in redazione, è stata recuperata e restituita all’anziana.

SALUTE In Italia, nelle ultime 24 ore, sono 10.047 i nuovi casi e 83 i morti per “Coronavirus“, con un tasso di positività all’1,5%. Nel Lazio, 1.456 sono i nuovi positivi e 4 le vittime. In Campania, 750 sono le nuove infezioni e 14 i morti. In Basilicata, 37 sono le persone contagiate e 0 decessi. In Puglia, 249 sono i contagi e nessun morto. È quanto riportato oggi dal bollettino epidemiologico del Ministero della Salute.

CULTURA PRESENTATO A POTENZA IL NUOVO LIBRO DI DOMENICO LAURIA – È stato presentato questo pomeriggio, il nuovo libro dello scrittore lucano, Domenico Lauria, “Il Viandante” edito da “Laurita SRLS“. L’evento di cultura si è svolto alla presenza di un numeroso pubblico, nella Sala “Arturo Lacava” del “Museo Provinciale” di Potenza. Tra i presenti alla serata, oltre allo scrittore, la moderatrice Angela Di Maggio, la lettrice Claudia Carriero, con gli interventi di Aurelio Pace e l’editore Paolo Laurita.

METEO Per la giornata di domani, da Nord a Sud, nebbie, piovaschi e temperature in calo tra i 9 e 20 gradi.

Rocco Becce

DI Rocco Becce

Direttore Editoriale