Myntra coupons for new users

flipkart coupons codes for mobiles

foodpanda offers

globalnin

Home / Primo piano / La mia Rassegna Stampa – (giovedì 29 luglio 2021)

La mia Rassegna Stampa – (giovedì 29 luglio 2021)

CRONACA In Lombardia, per la morte di Giuseppe De Donno, ex primario di pneumologia dell’ospedale di Mantova, “Carlo Poma” che, grazie alla sua terapia anti Covid con il plasma iperimmune, ha salvato diverse vite umane, la locale Procura della Repubblica indaga per il reato di istigazione a suicidio. Tra gli atti disposti dal pm c’è anche l’autopsia sul corpo del medico, che sarà effettuata alle camere mortuarie del locale ospedale. Nel Lazio, i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma sono riusciti a identificare gli autori delle minacce di morte indirizzate al Presidente del Senato della Repubblica Italiana, Maria Elisabetta Alberti Casellati, pubblicate sui social network Facebook e Twitter lo scorso mese di maggio. Nello specifico, i militari della Sezione Indagini Telematiche del Nucleo Investigativo di Roma, su disposizione dalla locale Procura della Repubblica, sono risaliti agli indirizzi IP da cui sono state proferite le minacce e hanno individuato gli autori, un 62enne della provincia di Teramo e un 42enne della provincia di Verona, entrambi disoccupati e con piccoli precedenti penali, ma non appartenenti ad alcuna frangia estremista. Sono stati sottoposti a perquisizioni domiciliari e sequestrati i rispettivi cellulari utilizzati per inviare i messaggi minatori alla seconda carica dello Stato. Un raptus di gelosia ha spinto, ieri pomeriggio, un cittadino straniero di 31 anni ad accoltellare il compagno della sua ex. I Carabinieri della Stazione di Roma San Basilio, intervenuti a seguito di alcune segnalazioni giunte al “112”, lo hanno arrestato mentre si allontanava con i vestiti ancora sporchi di sangue. Ieri pomeriggio verso le ore 16.30 l’uomo, già noto alle forze dell’ordine, ha raggiunto l’abitazione dell’ex compagna e dopo aver suonato più volte, senza ricevere risposta, ha deciso di entrare attraverso una porta finestra, così, una volta all’interno dell’abitazione ha aggredito, colpendolo con un coltello da cucina, l’attuale fidanzato, un romano di 33 anni, ferendolo fortunatamente, in modo non grave, dandosi alla fuga. I Carabinieri, su segnalazione della centrale operativa, hanno raggiunto velocemente l’indirizzo indicato e sono riusciti a bloccare lo straniero in via Filottrano con i vestiti sporchi di sangue. Ai militari il 31enne ha confessato di aver accoltellato l’uomo per gelosia. I militari hanno rinvenuto all’interno di un cassonetto dell’immondizia, anche l’arma utilizzata per l’aggressione, un coltello di circa 30 centimetri intriso di sangue che è stato sequestrato. La vittima è stata soccorsa e accompagnata presso il locale pronto soccorso dell’Ospedale “Sandro Pertini” dove è stata medicata e successivamente dimessa con una decina di giorni di prognosi. Il feritore è stato ammanettato e condotto in caserma dove è stato trattenuto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo che verrà celebrato in mattinata. Nell’ambito dei quotidiani servizi di controllo del territorio, messi in atto nel rione Esquilino, i Carabinieri della Stazione Roma Piazza Dante hanno controllato diverse attività ricettive. In via Carlo Alberto, i militari hanno sanzionato il titolare di un B&B, un cittadino del Bangladesh di 30 anni, per diverse irregolarità. La prima sanzione, dell’importo di 3.333 euro è scattata, quando i Carabinieri hanno accertato che lo straniero aveva ampliato, senza alcuna autorizzazione, la capacità dei posti letti prevista dall’autorizzazione comunale. Successivamente, i militari hanno elevato un’altra sanzione di oltre 600 euro, per la mancata esposizione del cartellino prezzi nelle varie stanze. I finanzieri del Comando Provinciale di Ascoli Piceno, guidato dal Colonnello Michele Iadarola, hanno intensificato i controlli nel week end e nelle ore notturne, su tutto il territorio di competenza, con l’ausilio delle unità cinofile di San Benedetto del Tronto. L’attività ha interessato le aree centrali del capoluogo piceno, il litorale e San Benedetto del Tronto. Particolare attenzione è stata riservata agli spazi aperti al pubblico ed ai luoghi di maggior aggregazione, anche alla luce dell’attuale scenario legato all’emergenza epidemiologica da “Covid19“. I militari della Compagnia San Benedetto del Tronto, durante le verifiche, hanno anche sequestrato circa un migliaio tra capi di abbigliamento e articoli vari “non sicuri”, venduti in assenza delle previste autorizzazioni. Un 28enne aggredisce una 76enne, nel tentativo di una rapina, ma finisce in carcere a Potenza. È accaduto a Venosa, nella tarda serata di martedì scorso. Ad eseguire il fermo, i Carabinieri della locale Stazione, con l’ausilio di militari dell’Aliquota Radiomobile della locale Compagnia, guidata dal Capitano Antonino Di Noia. L’arrestato, in flagranza di reato, di origini nigeriane, è ritenuto responsabile di tentata rapina aggravata, lesioni personali e violenza a un pubblico ufficiale. Infatti, dopo la pronta reazione della donna, i militari, allertati dal “112” sono arrivati sul posto dove, poco prima, vi era stata l’aggressione, andata a vuoto per la reazione inattesa dell’anziana che era stata afferrata per le braccia e spinta contro il muro di una palazzina. Il ragazzo, alla vista del personale dell’Arma, si è dato alla fuga, ma è stato raggiunto e bloccato, nonostante i suoi tentativi di divincolarsi, con strattoni e spinte, mentre la vittima per le lesioni riportate, è stata sottoposta alle cure mediche dei sanitari, che le hanno prescritto alcuni giorni di prognosi. Una serata molto movimentata quella di oggi a Potenza, nella centralissima via del Gallitello. Un bus della “Linea Trotta” è stato bloccato, in strada, per quasi due ore. È accaduto poco prima delle ore 19.00, a causa di un marocchino di 57 anni. L’uomo, per motivi in fase di accertamento, si è buttato davanti al veicolo. L’autista, molto attento, è riuscito a frenare senza procurare alcun danno alla persona che, però, ha continuato ad inveire contro il guidatore danneggiando anche una parte dello specchietto del lato guida. Sul posto, immediatamente, sono accorsi per i rilievi del caso due pattuglie della locale Sezione Radiomobile – Compagnia Carabinieri, guidata dal Capitano Alberto Calabria, e un’autovettura della Polizia Locale. Dopo i primi accertamenti è stato richiesto l’intervento di un’ambulanza del “118 Basilicata” che, per maggiori accertamenti, ha, poi, trasportato lo straniero al “San Carlo“.

SALUTE Nelle ultime 24 ore, in Italia, sono saliti a 6.171 i casi e 19 i morti per “Coronavirus“. Nel Lazio, sono 780 le nuove positività e 1 morto. In Campania, 380 le infezioni e nessuna vittima. In Basilicata, 36 i contagiati e zero decessi. In Puglia, 163 i positivi e 1 decesso. È quanto riportato oggi dal bollettino epidemiologico del Ministero della Salute.

SPETTACOLO Tonino Candelora, in arte “Cocò“, noto al pubblico lucano, e non solo, anche come “Tony Lora“, sulla sua pagina “Facebook“, è morto all’età di 65 anni. La sua scomparsa, avvenuta ieri, in Calabria, a Roseto Capo Spulico, in provincia di Cosenza, dove si era trasferito, ha destato incredulità e dispiacere tra gli amici e il settore dello spettacolo e delle radio private. L’artista potentino, appassionato di musica, teatro ed emittenti radiotelevisive locali, è stato parte integrante della storia di Potenza e della sua memoria. Infatti, ha costituito con Dino Bavusi, Dino Lagrotta e Melina Caggiano un quartetto indimenticabile dove tra teatro e televisione hanno realizzato in tanti anni numerosissime presenze con spettacoli, in vernacolo potentino, e denunce sociali, rendendolo uno di famiglia non solo per gli altri componenti del gruppo. Negli spettacoli era il figlio di Zì Carmela e Zì Gerard, nonchè nipote di Zì Rocc. Vivacità, allegria e ironia sono stati gli ingredienti principali del popolare quartetto. Chi non ricorda “Fatt dngasa nostra“, una vera finestra sulla realtà locale, un grande successo per diversi lustri della televisione privata che, ogni giovedì sera, teneva incollati migliaia e migliaia di telespettatori potentini e non. Il programma è balzato all’attenzione nazionale, grazie anche al premio “Telegatto“, ricevuto dalla celebre rivista “TV Sorrisi e Canzoni“. Questa scomparsa inaspettata, lascia un vuoto in tutti noi e chissà cosa avrebbe detto o cantato magari con il suo entusiasmante umorismo, il simpaticissimo cappellino e i suoi pantaloncini.

METEO Per domani, giornata soleggiata su tutte le regioni, con clima molto caldo ovunque. Le temperature saranno ancora comprese tra i 36 e 40 gradi.

Rocco Becce

DI Rocco Becce

Direttore Editoriale