Myntra coupons for new users

flipkart coupons codes for mobiles

foodpanda offers

globalnin

Home / Primo piano / Potenza, al “San Carlo” presentato il lavoro della struttura “Stroke Unit” – Video

Potenza, al “San Carlo” presentato il lavoro della struttura “Stroke Unit” – Video

In Basilicata, al “San Carlo” di Potenza, nella mattinata di oggi, si è svolta la conferenza stampa di presentazione del lavoro condotto dalla struttura “Stroke Unit“, a 10 anni dalla sua istituzione, nel maggio del 2011.

Nell’occasione, l’associazione “Alice Basilicata“, per la lotta all’ictus cerebrale, ha donato due monitor multiparametrici di ultima generazione utili alle attività di cura.

Tra i presenti vi erano il presidente dell’associazione, Luca Onofrio Scappatura, il dg dell’AOR “San Carlo”, Giuseppe Spera e il direttore sanitario, Angela Pia Bellettieri.

“La nascita dell’associazione – ha spiegato Scappatura – si è resa necessaria in quanto l’ictus cerebrale rappresenta, in Italia ed in Basilicata, la terza causa di morte, dopo le malattie cardiovascolari e le neoplasie ed è la prima causa assoluta di disabilità e la seconda forma più comune di demenza”.

“La struttura, situata all’interno del dipartimento Neurochirurgico, è dotata di 8 posti letto, ciascuno dei quali provvisto di monitor multiparametrico”.

 

È quanto descritto dal dott. Matera, nel presentare la decennale attività che consta di oltre 5mila esami di ecodoppler e doppler transcranico e di oltre 20mila visite effettuate.
“Si tratta di un’unità operativa a carattere semintensivo – ha aggiunto il responsabile, con personale specificamente dedicato alla cura dell’ictus cerebrale. I benefici ottenuti attraverso il ricovero nella struttura si realizzano a prescindere dall’introduzione di terapie speciali e sono dovuti alla competenza del personale sanitario, alla profilassi delle complicanze, alle misure di prevenzione delle recidive e alla programmazione precoce della riabilitazione. La Stroke Unit – ha concluso Matera – opera in stretta collaborazione con altre unità operative dell’Azienda Ospedaliera Regionale con cui condivide percorsi diagnostico-terapeutici in funzione del sottotipo patogenetico di ictus, collabora, inoltre, con il “Karolinska University Hospital” per l’uso di alcuni fermaci utili al trattamento trombolitico nell’infarto miocardico acuto”.

Redazione

DI Redazione