Myntra coupons for new users

flipkart coupons codes for mobiles

foodpanda offers

globalnin

Home / Primo piano / La mia Rassegna Stampa – (mercoledì 25 novembre 2020)

La mia Rassegna Stampa – (mercoledì 25 novembre 2020)

POLITICA L’istituzione di un “Fondo per la ripresa delle attività didattiche in sicurezza” è stata decisa oggi dalla Giunta regionale della Basilicata, con l’approvazione di una delibera proposta dall’assessore alle Attività Produttive, Francesco Cupparo, che ha la delega all’Istruzione-Formazione che spiega – questa è la riprova, che mette fine a polemiche strumentali, di quanto il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi e l’intera Giunta regionale, abbiano a cuore la ripresa delle attività didattiche”. L’obiettivo è di sostenere il miglioramento della sicurezza e della fruibilità degli ambienti scolastici e di evitare il più possibile la sospensione delle attività educative e didattiche in presenza nei servizi educativi per l’infanzia e nelle scuole primarie e secondarie di primo grado, oltre che innovare la didattica e migliorare gli ambienti scolastici. La somma, per circa 6 milioni di euro, sarà a disposizione dei comuni della Basilicata e sarà ripartita proporzionalmente al numero di abitanti residenti al 31 dicembre 2019 da dati Istat 2019. La dotazione, spettante a ciascun comune sarà trasferita per una quota pari al 50% successivamente all’approvazione delle linee di indirizzo e per la restante quota del 50% previa acquisizione del programma di interventi e attività preventivante l’utilizzo delle risorse assegnate. Queste sono le tipologie di intervento ammesse a finanziamento: materiali e servizi di pulizia straordinaria locali e dispositivi di protezione (mascherine) e igiene personali per studenti e personale (gel disinfettanti), termoscanner, kit tamponi; interventi di sanificazione degli edifici; interventi di edilizia “leggera” (adeguamenti spazi e aule); lavori di manutenzione straordinaria su edifici pubblici destinati ad uso scolastico, opere murarie, impianti e sistemazioni esterne; acquisto beni durevoli (tensostrutture o strutture modulari); creazione di nuovi spazi utilizzabili per la didattica; affitto di immobili o spazi da destinare ad aule didattiche ovvero per l’acquisto, noleggio o leasing di strutture modulari temporanee; acquisto piattaforme e strumenti digitali (pc, tablet e connettività rete) per didattica a distanza; arredi per aule e spazi adibiti a servizi di uso comune (tavoli, postazioni per pc, poltroncine, armadi, mobili, scaffali); attrezzature per laboratori e palestre; giochi per interni ed esterni, incremento e miglioramento in sicurezza del servizio del trasporto scolastico; miglioramento in sicurezza del servizio mensa; riorganizzazione del personale attualmente a disposizione a supporto dei servizi educativi e a supporto delle disabilità; eventuali ulteriori tipologie di spesa, dove strettamente connesse alle medesime finalità. A Matera, il Consiglio comunale è stato convocato per venerdì prossimo 27 novembre, alle ore 16.00 in seduta straordinaria e in seconda convocazione, martedì 1° dicembre alla stessa ora, presso la Sala Pasolini, in via Sallustio, con il seguente ordine del giorno: 1-Art. 14 dello Statuto comunale. Esame e discussione delle linee programmatiche per il mandato amministrativo 2020/2025. In considerazione dell’emergenza sanitaria in atto, la riunione si svolgerà in modalità telematica e sarà comunque consentito partecipare anche in presenza. A Potenza, invece, il Consiglio comunale si terrà in seduta ordinaria di prima convocazione, in modalità telematica per il prossimo 30 novembre, alle ore 14.30, per la discussione del seguente ordine del giorno: Approvazione verbali seduta precedente (art.69 del Regolamento del Consiglio comunale); Mozione urgente presentata dal consigliere Marco Falconeri su “Adozione di misure urgenti per la promozione dell’app Immuni”; Mozione presentata dalla consigliera Angela Blasi ed altri ad oggetto “La differenza un valore da difendere, l’odio un sentimento da contrastare”. Mozione presentata dal consigliere Valerio Tramutoli ed altri su “Progetto PIEDIBUS”; Mozione presentata dal consigliere Marco Falconeri su “Istituzione comunità energetica ed inquinamento”; Ratifica della delibera di Giunta Comunale n. 249 del 23.10.2020: “V^ variazione di bilancio al bilancio di previsione 2020/2022”; Approvazione Bilancio Consolidato del Gruppo Comune di Potenza relativo all’esercizio 2019; VI^ Variazione al Bilancio di previsione 2020/2022; Approvazione dello Stato di Attuazione dei Programmi del I° semestre 2020; Salvaguardia equilibri di bilancio 2020/2022, ai sensi dell’art. 193 del D.Lgs 18.8.2000, n. 267.

CRONACA Nel Lazio, a Roma, nell’ambito dei controlli quotidiani alle attività commerciali in materia di contenimento al “Covid19“, i Carabinieri della Stazione Monte Mario hanno disposto la chiusura preventiva di un locale e sanzionati il proprietario e 7 clienti, per violazione delle norme previste dal DPCM dello scorso 24 ottobre. Infatti, intorno alle ore 19.00, i militari dell’Arma, in un locale situato in largo Millesimo, hanno trovato, a quell’ora, il locale ancora aperto. I Carabinieri del Nucleo Roma Scalo Termini hanno arrestato una 41enne albanese, con l’accusa di furto aggravato. Ieri pomeriggio, nel corso dei quotidiani controlli all’interno della Stazione Termini, i militari sono intervenuti presso un negozio di abbigliamento, dove il personale addetto all’accoglienza clienti aveva notato la donna, insieme alla figlia minore, non imputabile, prelevare alcuni capi dagli espositori e occultarli sotto i giubbotti e in una borsa. La donna è stata bloccata e la merce prelevata illecitamente, capi di abbigliamento per un valore complessivo di 720 euro, è stata recuperata. L’arrestata è stata portata in caserma e trattenuta all’interno delle camere di sicurezza, mentre la bambina è stata affidata ai familiari. I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Pomezia, hanno arrestato un 22enne originario di Roma, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Ieri pomeriggio, nel corso di un normale servizio, finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati, transitando nei pressi dei giardini pubblici, in via Pier Crescenzi, hanno notato un giovane che, a bordo di un monopattino, si aggirava con fare sospetto. Avvicinato dai militari, il giovane estraeva dalla tasca un involucro contenente 5 g. di hashish che lasciava cadere a terra nel tentativo di disfarsene. Recuperata la droga, il personale dell’Arma, ha anche rinvenuto, nelle tasche del giovane, 150 euro in banconote di piccolo taglio, probabile provento dell’attività illecita. La successiva perquisizione a casa del fermato, ha consentito, inoltre, di rinvenire un ben più cospicuo quantitativo di droga, consistente in 349 grammi di hashish, in parte già suddivisi in dosi, 105 grammi di marijuana essiccata in una busta, oltre ad un bilancino di precisione ed altro materiale utile per il confezionamento della sostanza. Per il giovane sono scattate le manette ed è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo. In Basilicata, ad Anzi, in provincia di Potenza, tragedia sfiorata nei giorni scorsi, in una scuola elementare, dove, per motivi in fase di accertamento è crollato una parte di un soffitto. La fortuna è stata che in aula non c’era nessuno. Negli ultimi anni, non è il primo caso in Basilicata e in giro per l’Italia. In Puglia, a Ginosa, in provincia di Taranto, un arresto, in flagranza di reato, eseguito nei giorni scorsi in Puglia, dai Carabinieri di Marina di Ginosa, guidati dal Maresciallo Maggiore, Giulio Resta. Questa volta, a finire in manette, un 34enne di origine tunisine, sottoposto ai domiciliari, presso la propria abitazione. L’uomo, ritenuto responsabile di furto aggravato, con alcuni complici, ancora non identificati, avevano messo a segno dei furti in alcuni oliveti, nei pressi di Ginosa. I militari, dopo alcune segnalazioni avute da alcuni imprenditori agricoli, hanno organizzato un appostamento nelle zone interessate. L’operazione è stata conclusa con successo. Infatti, il personale dell’Arma, ha sorpreso il giovane, insieme ad alcuni complici, quest’ultimi riusciti, però, a fuggire, mentre, in c.da Cavese, erano intenti a caricare dei sacchi di olive a bordo di un veicolo, datosi immediatamente alla fuga.

SALUTE In Basilicata, il comune di Matera, in collaborazione con la “Croce Rossa” e le associazioni di “Protezione Civile“, ha attivato un numero telefonico di assistenza dedicato esclusivamente alle persone positive al “Covid19“, sottoposte in isolamento o al provvedimento di quarantena obbligatoria. Dal lunedì al sabato, dalle ore 9.00 alle ore 12.00, è a disposizione il numero 0835/262706, attraverso il quale le persone positive possono ricevere assistenza per il reperimento e la consegna di farmaci e ausili sanitari, di beni alimentari e di prima necessità, oltre ad informazioni sulle modalità di conferimento e confezionamento dei rifiuti. 853 morti e 23.232 i nuovi casi di contagio da “Covid19“, è questo il dato, non proprio rassicurante, dell’ultimo bollettino epidemiologico, di ieri, in Italia, da Nord a Sud, con molti focolai in corso. In Basilicata, come segnalato, oggi, dalla task force regionale, si è arrivati a 5.689 positivi, 5.412 all’ultimo aggiornamento, a cui si aggiungono 326 positività di residenti e si sottraggono 46 guarigioni e 3 decessi di residenti, e di questi 5.513 si trovano in isolamento domiciliare. Inoltre, sono decedute 3 persone, 1 a Potenza, 1 a Calvello e 1 a Matera, per un totale, da inizio pandemia, di 131 vittime. Sono 176 le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane. Al “San Carlo” di Potenza 39 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 12 in Terapia intensiva, 32 in Pneumologia e 18 in Medicina d’urgenza. Al “Madonna delle Grazie” di Matera, 53 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 10 in Terapia intensiva e 12 in Pneumologia. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria, nella Basilicata, che, ora, rischia di passare nella zona rossa, sono stati analizzati 144.321 tamponi, di cui 136.109 risultati negativi, come da bollettino epidemiologico qui pubblicato. Come vedete, le ultime notizie di oggi, mercoledì 25 novembre, continuano a non essere proprio confortanti sia nel nostro Paese che all’estero, con oltre 1 milione e 70mila morti nel mondo. Intanto, un nuovo DPCM (Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri) potrebbe essere predisposto nei prossimi giorni, per decidere sulla riapertura delle scuole e sul numero massimo di parenti che si potranno ospitare per il cenone natalizio, cosa non d’obbligo, però, considerato che i contagi sono avvenuti sopratutto in famiglia ed anche nelle scuole, anche per colpa dei trasporti che continuano a fare acqua da tutte le parti, nonostante i contributi consegnati a chi dovrebbe tutelare i propri viaggiatori, invece di aiutare i più bisognosi. Per questo, si cerca un’intesa europea per le misure a Natale a livello europeo, come, addirittura, la riapertura degli impianti sciistici. Personalmente, consiglierei anche la riapertura delle discoteche, degli stadi, con qualche crociera all’estero, per completare un’opera di distruzione mondiale, rimasta a metà da una politica in generale che ha pensato ai fatti propri, dopo aver ridotto, negli anni passati, la Sanità nazionale ad un colabrodo. Si tenga un pò di contegno, perchè, in tantissimi, il Natale lo potranno festeggiare soltanto nel regno dei morti. Intanto, qualcuno ha annunciato l’arrivo dei vaccini entro il prossimo 2 dicembre, ma non è stato in grado di far arrivare i vaccini normali, in molte città italiane. Questo, anche in Basilicata, dove ad oggi, nella “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne“, oramai diventata soltanto commemorativa, e lo vediamo dai tanti violenti, in giro tranquillamente. Ciò, anche dopo le denunce e le 91 vittime di femminicidio in Italia, nei primi dieci mesi del 2020, una ogni tre giorni, da alcuni dati del rapporto Eures e con qualche centinaia di denunce ad aguzzini, anche in Basilicata.

SPORT All’età di 60 anni, per un arresto cardiocircolatorio, è morto oggi, in Argentina, nella sua casa di Tigre, Diego Armando Maradona, dove si trovava in convalescenza, dopo un intervento chirurgico subito alla testa, nei giorni scorsi.

Rocco Becce

DI Rocco Becce

Email: robexdj@gmail.com