Myntra coupons for new users

flipkart coupons codes for mobiles

foodpanda offers

globalnin

Home / Eventi / Matera, inaugurazione del “Sentiero 406”

Matera, inaugurazione del “Sentiero 406”

Alla presenza del Presidente dell’Ente Parco della Murgia, Michele Lamacchia, del sindaco di Matera, Raffaello De Ruggieri, dell’assessore al Turismo, Marianna Dimona e dei rappresentanti dell’ATS, domani, venerdì 31 luglio, alle ore 10.30, l’Ente Parco della Murgia inaugurerà la riapertura del “Sentiero 406” che, attraverso la passerella sospesa, collega i Sassi e il Belvedere del Parco della Murgia.

All’esterno del Monastero di Santa Lucia e Agata, l’Ente Parco della Murgia Materana e il Comune di Matera terranno una conferenza stampa dell’evento che prevede anche la prima escursione in programma per le ore 18.00, riservata alla cittadinanza attraverso la prenotazione al link http://www.pontetibetanomatera.it

I lavori di ripristino della zona interessata, durati circa due anni, hanno previsto il consolidamento della piazza di Porta Postergola, l’installazione di un cancello che regolerà l’accesso e di una nuova segnaletica, secondo le indicazioni di legge.

A gestirlo, a titolo di volontariato gratuito, sarà la costituente ATS, formata dalle associazioni “A.P.D. Il Carrubo Matera”, “Associazione 23 Novembre” e “Gruppo Lucano di Protezione Civile di Matera”, per una prima fase sperimentale di circa un mese.

Per la fruizione all’ingresso è previsto un sistema di prenotazione online e anche sul posto, presso il punto informativo dell’Ente Parco della Murgia Materana, situato all’interno del complesso di “Santa Lucia e Agata“.

L’Ente gestore si impegna ad assicurare la fruibilità del sentiero per un totale di almeno 3,5 ore giornaliere, 7 giorni su 7, per il mese di agosto e sino al 10 settembre, con gli orari di apertura e chiusura del punto informativo per la regolazione dei flussi, dalle ore 9.00 alle ore 11.00 e dalle ore 17.30 alle ore 19.00.

L’ingresso sarà consentito ad un massimo di 250 visitatori giornalieri e il flusso di accesso sarà regolato a norme “Anti Covid“, avendo cura di evitare assembramenti, consentendo dunque l’accesso a singoli o a gruppi di massimo 12 escursionisti.

Per l’ingresso ai minori di 18 anni o a diversamente abili, è consentito esclusivamente la presenza di genitori o accompagnatori.

Inoltre, è obbligatorio l’utilizzo di scarpe da trekking e sono consigliati i bastoncini telescopici, cappello ed acqua.

Redazione


DI Redazione