Myntra coupons for new users

flipkart coupons codes for mobiles

foodpanda offers

globalnin

Home / Eventi / Potenza, “Venerdì di Misericordia” insieme all’Arcidiocesi

Potenza, “Venerdì di Misericordia” insieme all’Arcidiocesi

In Basilicata, a Potenza, l’Arcivescovo Metropolita, Monsignor Salvatore Ligorio, nella foto, alle ore 10.00 di domani, venerdì 27 marzo, sarà al “Cimitero Monumentale” di Borgo San Rocco.

Insieme al presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, al Prefetto, Annunziato Vardè e al sindaco della città, Mario Guarente, secondo quanto disposto dalla Conferenza Episcopale italiana, sarà un “Venerdì di Misericordia” quello che vivrà domani la locale Diocesi di Potenza, per una preghiera di suffragio alle persone decedute a causa del “Coronavirus“.

“O Dio, in te vivono i nostri morti e per te il nostro corpo non è distrutto, ma trasformato in una condizione migliore, ascolta la preghiera di questa tua famiglia, e fa che i nostri fratelli deceduti durante questa epidemia, siano accolti dalle mani degli Angeli e condotti in Paradiso con il tuo fedele patriarca Abramo, in attesa della Resurrezione, nel giorno del Giudizio Universale, e se da questa vita rimane in loro qualche traccia di peccato, il tuo amore Misericordioso li purifichi e li perdoni”.

Questo è quanto si legge in una parte della preghiera che i fedeli potranno scaricare dal sito https://www.arcidiocesipotenza.it

Alle ore 16.00, la “Via Crucis“, prevista per il centro storico del capoluogo lucano, sarà vissuta spiritualmente avvalendosi dei sussidi approntati dalla Consulta Diocesana per il laicato.

Il video si potrà vedere sulla pagina “You Tube” Arcidiocesi di Potenza – Muro Lucano – Marsico Nuovo, come informa una nota stampa inviata in redazione.

Ultimo appuntamento della giornata di preghiera, alle ore 18.00, con l’Adorazione Eucaristica, che
unirà idealmente tutti i fedeli con il Santo Padre, da Città del Vaticano, presiederà un momento di preghiera sul Sagrato della Basilica di San Pietro.

Sarà proclamata la “Parola di Dio” e tutti i partecipanti potranno elevare la propria comune supplica, adorando il Santissimo Sacramento, ricevendo la benedizione “Urbi et Orbi” e la contestuale possibilità di lucrare l’indulgenza plenaria.

Redazione


DI Redazione