Myntra coupons for new users

flipkart coupons codes for mobiles

foodpanda offers

globalnin

Home / Eventi / Potenza, all’IC Busciolano concluso il seminario sull’Obesità e Diabete Mellito

Potenza, all’IC Busciolano concluso il seminario sull’Obesità e Diabete Mellito


Si è svolto lo scorso venerdi 15 marzo, con inizio alle ore 17.30, nell’Aula Magna dell’I.C. Busciolano di Potenza, un seminario interattivo, organizzato dal “Rotary Club Potenza,” partner del “Progetto Rotary International-Distretto 2120” per la prevenzione dell’Obesità e del Diabete Mellito.

L’incontro, come si legge in una nota stampa inviata in redazione, è stato rivolto agli alunni delle classi terze delle scuole secondarie di primo grado di Puglia e Basilicata, alla popolazione scolastica, ai loro genitori e al personale docente, al fine di aumentare la conoscenza sul problema e aumentare la consapevolezza sulla necessità di prevenire la malattia con un’alimentazione corretta, adottando un adeguato stile di vita.

Ad aprire il seminario in una sala gremita di persone, è stata la Dirigente dell’I.C.Busciolano, Lucia Girolamo, che dopo aver salutato e ringraziato i relatori, si è soffermata sull’importanza della prevenzione e dell’informazione sui corretti stili di vita e alimentari e del ruolo importante della scuola nell’opera di sensibilizzazione in merito a patologie sempre più diffuse, proprio come il Diabete e l’Obesità.

Erano presenti all’evento, Francesco Somma, Presidente del “Rotary Club Potenza”, Nello Buccianti, Direttore di Medicina Interna del San Carlo di Potenza, Giuseppe Citro, Direttore UOSD di Diabetologia Endocrinologia ASP di Potenza, Mariateresa Tranchese, Biologa Nutrizionista e Antonio Papaleo, Presidente “ALAND FAD”.

Numerosi gli spunti di riflessione offerti dai professionisti intervenuti, in cui si è ribadita l’importanza di un corretto stile di vita da seguire.

Le nuove generazioni hanno un’aspettativa di vita inferiore imputabile ad una non corretta alimentazione, ad una vita sedentaria e al consumo del cosidetto “cibo spazzatura”, alimenti dal basso costo con molti zuccheri e pochi valori nutrizionali.

È fondamentale, quindi, sensibilizzare le famiglie, perchè dati statistici stabiliscono che i bambini non si alimentano in modo corretto.

Il progetto, coordinato dalla prof.ssa Filomena Nolè, ha previsto una visita medica per gli alunni coinvolti al fine di verificarne il peso e l’altezza.

Il prossimo 2 aprile, gli studenti, guidati dall’animatore digitale, prof.ssa Rosanna Lepore, effettueranno un questionario online anonimo volto a formulare una statistica sui corretti stili alimentari.

Inoltre, dall’11 marzo, in Basilicata, è partito, anche, un progetto al fine di monitorare e prevenire il Diabete Gestazionale.

“È auspicabile un continuo e costruttivo dialogo tra scuola e famiglia che attivi percorsi sinergici in grado di generare reti tra i diversi soggetti coinvolti”.

In conclusione, è stato questo il commento della Dirigente scolastica, Lucia Girolamo.

Redazione

DI Redazione