Myntra coupons for new users

flipkart coupons codes for mobiles

foodpanda offers

globalnin

Home / Eventi / Bruxelles, il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, in riunione nel cda di Nereus

Bruxelles, il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, in riunione nel cda di Nereus

Il governatore della Regione Basilicata, Marcello Pittella, nella giornata di oggi, mercoledì 27 settembre, è stato in Belgio, a Bruxelles, per rappresentare la regione, una delle fondatori che fanno parte dell’organismo internazionale Nereus, in una seduta del consiglio di amministrazione, dela rete delle regioni europee all’avanguardia che utilizzano tecnologie spaziali, nel settore dell’osservazione della Terra e del settore dello spazio.

Nel settore delle tecnologie spaziali la Basilicata è considerata regione d’eccellenza sia dal punto di vista della ricerca che dell’operatività, grazie a strutture altamente innovative come il Centro di Geodesia Spaziale di Matera ed il Distretto tecnologico Tern di Tito.

La rete di Nereus è costituita da 26 membri titolari di regioni e da un gruppo crescente di enti territoriali associati che garantiscono la rappresentazione del mondo della ricerca, dell’imprenditoria e dell’industria.

Tra i punti all’ordine del giorno nella riunione iniziata in pomeriggio, il programma di lavoro pluriennale 2018/2020, la pianificazione delle attività e degli incontri, la preparazione degli eventi per celebrare i dieci anni dalla fondazione, che ricorreranno il prossimo 29 novembre.

“Abbiamo partecipato al cda – ha detto il presidente Pittella – per discutere di alcuni temi importanti per i Paesi europei, per l’Italia, ma soprattutto per la Basilicata e dopo che la segretaria generale, Roya Ayazi, ha illustrato lo stato d’avanzamento delle attività programmate, abbiamo approvato il documento politico sulle priorità per il triennio 2018-2020″.

“La stessa Ayazi – ha aggiunto Pittella – ha chiesto il mandato al consiglio d’amministrazione per rappresentare la rete Nereus negli step operativi di un progetto appena vinto quale membro di un consorzio  nell’ambito del programma Erasmus plus, con l’obiettivo di progettare una strategia innovativa per sviluppare le competenze delle risorse umane che operano nel settore della geo-informazione, affinchè sfruttino appieno le opportunità offerte dal programma dell’Unione europea Copernicus”.

“La Basilicata con la sua Università  – ha ricordato il governatore – è partner del progetto, che si lega con la Copernicus Academy, ma ho approfittato dell’incontro anche per illustrare i progetti e risultati conseguiti dagli operatori locali in Basilicata ed alcuni avvenimenti che interesseranno la nostra regione, in primis, la missione istituzionale in Europa di una delegazione di una quindicina tra parlamentari, docenti universitari e imprenditori Giapponesi, che farà tappa in Germania, a Baviera, nel Lazio ed il 16 novembre prossimo, in Basilicata, a Tito”.

“Il gruppo di illustri visitatori firmerà un protocollo d’intesa con la Basilicata, per favorirne la collaborazione tra regioni, imprese e centri di ricerca ed università dei rispettivi territori ed una richiesta analoga a quella dei Giapponesi – ha detto Pittella – è arrivata dalla Regione della Vallonia, in Belgio, per sviluppare e firmare un protocollo d’intesa con la nostra Regione per favorirne la collaborazione tra i rispettivi sistemi a tripla elica (Regione/università-centri di ricerca/imprese), ovvero tra il consorzio Tern, il Distretto tecnologico della Regione Basilicata sull’osservazione della Terra e dei rischi naturali, con sede a Tito e Skywin, il cluster dell’aerospazio della Vallonia”, inoltre, intendiamo, organizzare con l’agenzia Eurisy e con Nereus un evento di alto livello a Matera nel 2018, per presentare le possibili applicazioni delle tecnologie spaziali nel settore dei beni culturali”.

“Sempre nello stesso anno vorremmo realizzare un altro avvenimento in Basilicata, in collaborazione con Nereus Copernicus Hackathon e il nostro intento – ha concluso il presidente – è di rafforzare il ruolo di eccellenza della Basilicata, nell’ambito della ricerca nel settore geo-spaziale, dovuto anche alla nostra capacità di captare e sfruttare risorse, per migliorare ulteriormente i già importanti risultati che stiamo ottenendo e che ci sono riconosciuti a livello internazionale”.

Redazione

DI Rocco Becce

Avatar photo
Direttore Editoriale