Myntra coupons for new users

flipkart coupons codes for mobiles

foodpanda offers

globalnin

Home / Cronaca / Potenza, l’esito della riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica

Potenza, l’esito della riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica

In Basilicata, a Potenza, in Prefettura, presieduto dal Prefetto di Potenza, Giovanna Cagliostro, si è riunito nella mattinata di oggi, venerdì 8 settembre, il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, con all’ordine del giorno l’esame dei profili di sicurezza connessi alla presenza dei migranti nel centro storico di Potenza e alla situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica nel “Centro Oli Tempa Rossa”.

Alla seduta del Comitato hanno partecipato i vertici delle forze dell’ordine, il Capo di Gabinetto del Presidente della Regione, il Presidente della Provincia, il sindaco e l’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Potenza e i sindaci dei comuni di Corleto Perticara e di Guardia Perticara, in provincia di Potenza, interessati direttamente alla questione “Centro Oli Tempa Rossa”.

Nel corso della riunione sono state affrontate, in modo molto approfondito e sotto vari aspetti, le problematiche all’ordine del giorno.

A seguito dell’episodio verificatosi recentemente nel centro storico di Potenza, che ha visto il tentativo di violenza sessuale da parte di un immigrato nei confronti di una 50enne, il Prefetto Cagliostro, che ha espresso a nome di tutti i presenti la solidarietà alla donna che ha subìto l’aggressione, ha sottolineato che il dispositivo di controllo del territorio da parte delle forze dell’ordine, recentemente rafforzato, si è rivelato particolarmente efficace nella circostanza, tanto è vero che l’episodio non ha avuto conseguenze peggiori, grazie alla collaborazione di alcuni cittadini ed al pronto intervento degli agenti della Polizia di Stato della Questura di Potenza.

Inoltre, il Prefetto Cagliostro ha evidenziato l’opportunità di alleggerire la presenza di migranti nel capoluogo e nel suo centro storico e ha rivolto un invito ai rappresentanti degli Enti presenti a coinvolgere i sindaci dei comuni che tuttora non hanno accolto migranti, peraltro già sensibilizzati dallo stesso Prefetto e che finora non hanno dato risposte positive, affinchè si implementi il sistema di accoglienza diffusa.

Il rappresentante della Regione e il Presidente della Provincia hanno concordato sull’esigenza di lavorare in sinergia per il coinvolgimento degli altri comuni nel sistema di accoglienza diffusa e per una maggiore integrazione dei migranti, anche per dare un segnale positivo alla popolazione che mostra insofferenza, come d’altra parte avviene nel resto del Paese.

Il sindaco di Potenza, ha fatto presente che, nella direzione di favorire il processo di integrazione, sarà avviato entro la fine del mese, come già annunciato nei giorni scorsi da un suo comunicato stampa, il progetto che prevede l’utilizzo, in città di 240 migranti per lavori socialmente utili e gratuiti di pulizia e tenuta del decoro urbano.

Su tale tema Il Prefetto, con i vertici provinciali delle forze di Polizia hanno confermato il costante impegno a tenere alta l’attenzione sugli aspetti di sicurezza connessi alla presenza degli immigrati nel capoluogo e nel centro storico in particolare, invitando gli stessi vertici provinciali delle forze di Polizia e in particolare per competenza il Questore, che ha dato ampia assicurazione in tal senso, a disporre ogni possibile intensificazione dei servizi di vigilanza e al controllo del territorio.

Il Comitato, ha anche affrontato le questioni dell’ordine e della sicurezza pubblica nel “Centro Oli di Tempa Rossa” e a riguardo, i sindaci di Guardia Perticara e Corleto Perticara, hanno evidenziato come i recenti episodi verificatisi negli ultimi mesi abbiano destato preoccupazioni nella cittadinanza evidenziando l’esigenza di implementare l’attività di prevenzione delle forze dell’ordine, atteso che in conseguenza dei lavori imponenti nell’area, si registrano presenze di lavoratori di altre regioni e di altre nazioni.

Il Prefetto, infine, ha dato ampia disponibilità a procedere alla rapida approvazione dei progetti di video-sorveglianza che i due comuni hanno in fase di elaborazione e ha invitato il Comandante Provinciale dei Carabinieri a porre in essere ogni possibile attività che, al di là del risultato delle indagini ancora in corso, possa dare un segnale forte alla cittadinanza, mediante un adeguato sistema di controllo del territorio in relazione alle criticità segnalate dagli stessi sindaci.

Il Comandante Provinciale dei Carabinieri ha preannunciato che farà convergere un c.d. ”impiego a massa”, cioè l’intervento di personale di altre Stazioni e dello stesso Comando Provinciale in modo che si possa garantire un maggiore controllo del territorio e conseguentemente una maggiore percezione di sicurezza, come il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza che ha assicurato l’intensificazione dei controlli, in particolare alle aziende insediatesi nella zona industriale dell’area interessata.

Tutti gli amministratori locali hanno ringraziato il Prefetto per la immediatezza della convocazione del Comitato e, comunque, le tematiche trattate continueranno ad essere seguite e monitorate anche nelle prossime settimane , come informato in questa nota dettagliata inviata dal Viceprefetto Aggiunto, Antonio Incollingo, che cura i rapporti con la stampa.

Redazione


DI Rocco Becce

Direttore Editoriale