Myntra coupons for new users

flipkart coupons codes for mobiles

foodpanda offers

globalnin

Home / Viabilità / Matera, per caduta calcinacci ordinanza del sindaco Raffaello De Ruggieri della chiusura del ponte di via La Martella – zona Paip 1

Matera, per caduta calcinacci ordinanza del sindaco Raffaello De Ruggieri della chiusura del ponte di via La Martella – zona Paip 1

In Basilicata, a Matera, il sindaco della città, Raffaello De Ruggieri ha firmato nella giornata di oggi, venerdì 21 luglio, l’ordinanza di chiusura al traffico pedonale e veicolare del ponte di via La Martella, nella zona Paip 1, sovrastante la Strada Statale 7.

Una decisione scaturita dalla comunicazione del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco della città dei Sassi, intervenuto per il distacco di alcuni calcinacci dal ponte e il verificarsi della possibile caduta di ulteriori parti di calcestruzzo e intonaci.

A tale proposito, dunque, il ponte viene chiuso e il traffico veicolare leggero proveniente dalla zona Paip 1 o dal Borgo La Martella e diretto in città o verso Bari-Taranto sarà deviato in via Giardinelle, mentre quello proveniente dal centro cittadino e diretto verso la zona Paip 1, il Borgo La Martella o verso Ferrandina-Potenza sarà deviato da via Conversi.

Gli autocarri diretti verso la zona Paip 1 potranno accedere da via Gravina e via Granulari, come di seguito predisposto nel testo dell’ordinanza del sindaco.

“Visto il fonogramma Prot. n. 0005048 del 19.07.2017, con il quale il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Matera ha rappresentato che il proprio personale è intervenuto per un distacco di calcinacci dal ponte di via La Martella, zona Paip 1, sovrastante la S.S.7 e che, poichè anche a causa di avverse condizioni atmosferiche, potrebbe nel tempo verificarsi la caduta di ulteriori porzioni di calcestruzzo e intonaci, si ritengono necessari urgenti lavori di ripristino che il caso richiede;

Vista la nota del 21.07.2017 del tecnico comunale, l’ing. Emanuele Lamacchia Acito, il quale a seguito di un sopralluogo ha comunicato che si è accertato che effettivamente il manufatto è in una situazione di precarietà, sopratutto per quanto attiene allo stato di conservazione delle selle Gerber che fungono da appoggio dell’impalcato ed in particolare che il calcestruzzo appare estremamente ammalorato con diverse barre di armatura corrose;

Preso atto che lo stesso tecnico ha evidenziato, in considerazione dell’entità del dissesto e della fondamentale funzione portante assolta da tali elementi strutturali, nelle more di seguire ulteriori e più approfondite indagini e verifiche strutturali, che non si ritiene sussistano le condizioni di sicurezza che consentano la regolare fruibilità della viabilità stradale;

Considerato che, per eliminare il pericolo per la pubblica e privata incolumità determinatosi in conseguenza della situazione innanzi evidenziata, è necessario intercludere il transito sia pedonale che veicolare in via La Martella e precisamente sul cavalcavia che sovrasta la S.S.7, all’altezza degli svincoli per Ferrandina-Potenza e Bari-Taranto;

Visto l’art. 54 comma 4 del D.Lgs. n. 267/2000 (T.U.E.L.);

Considerato che il presente provvedimento è stato preventivamente comunicato al Prefetto di Matera ai sensi della citata disposizione normativa;

ORDINA

a tutela della pubblica e privata incolumità l’interclusione del transito pedonale e veicolare in via La Martella in corrispondenza del cavalcavia sovrastante la S.S.7, mediante apposizione di segnaletica e realizzazione di barriere fisiche.

Il traffico veicolare leggero (ciclomotori, motocicli ed autovetture) proveniente dalla Zona Paip 1 o dal Borgo La Martella e diretto nel centro cittadino  o verso Bari-Taranto sarà deviato in via Giardinelle, mentre quello proveniente dal centro città e diretto verso la Zona Paip I, Borgo La Martella o verso Ferrandina-Potenza sarà deviato da via Conversi.

Gli autocarri, per raggiungere la zona Paip I, potranno accedere da via Gravina-via Granulari.

DISPONE

che la presente ordinanza sia notificata, per gli adempimenti di competenza e per opportuna e doverosa conoscenza:

– al Settore Opere Pubbliche;

– al Comando Polizia Locale, Ufficio Traffico;

– alla Prefettura di Matera;

– al Comando Provinciale dei Vigili del  Fuoco di Matera

– alla Sezione Polizia Stradale di Matera;

– al Compartimento A.N.A.S. per la  Basilicata;

– alla Provincia di Matera;

– all’ENEL;

– all’ITALGAS;

– ad Acquedotto Lucano s.p.a.

– alla Questura di Matera

– al Comando Provinciale dei Carabinieri di Matera

– al Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Matera;

La presente ordinanza sarà pubblicata sul sito istituzionale dell’Ente e sarà trasmessa alle principali testate giornalistiche e televisive.

Contro la presente Ordinanza è ammesso, nel termine di 60 giorni dalla pubblicazione ai sensi dell’art. 29 del D.Lgs. 02/07/2010 n. 104, recante l’approvazione del nuovo codice del processo amministrativo, ricorso al TAR (Tribunale Amministrativo Regionale), oppure in via alternativa, ricorso gerarchico al Prefetto, da proporre entro 30 giorni decorrenti dalla notifica, ai sensi dell’art. 2 comma 1 del D.P.R. 24/11/1971 n. 1199”.

Redazione


DI Rocco Becce

Direttore Editoriale